“Niente concerti in Cina”. Dylan rinuncia al tour in Asia

1' di lettura

Il “cantastorie” statunitense più famoso al mondo ha deciso di rinunciare ai sui concerti a Hong Kong e Taiwan, dopo che le autorità della repubblica Popolare, gli hanno negano il permesso di suonare a Pechino e Shanghai

Bob Dylan ha deciso di annullare diverse tappe della sua tournee in Asia dopo che Pechino ha respinto la sua richiesta di tenere concerti in Cina.
   
Il programma iniziale prevedeva esibizioni in Cina, Hong Kong e Taiwan dopo un tour giapponese a marzo ma, dopo il rifiuto cinese, gli organizzatori dei concerti hanno deciso di annullare anche le altre tappe.
   
"L'opportunità di suonare in Cina costituiva per Dylan l'aspetto più allettante di questa tournee asiatica. Il ministero della cultura cinese non ci ha dato l'autorizzazione per i concerti di Pechino e Shanghai e così abbiamo deciso di cancellare anche le altre date", ha spiegato Jeffrey Wu della società taiwanese Brokers Brothers Herald che aveva organizzato l'evento. Dalle autorità cinesi per ora non è arrivata alcuna conferma della notizia.

GUARDA ANCHE:

I 100 migliori album del decennio secondo Rolling Stone
Christmas In The Heart, Dylan canta contro la fame nel mondo
Bob Dylan fa concorrenza a Babbo Natale

Leggi tutto