Jafar Jackson non ha sparato al figlio di Jacko

1' di lettura

Il legale della madre del re del pop ha ufficialmente smentito che il ragazzo abbia colpito, con una pistola a scarica elettrica, il terzogenito di Michael. Il settimo figlio di Jermaine stava in realtà provando l'arma contro una scatola di cartone

C'era stato un gran polverone il 2 marzo, quando s'era diffusa la notizia che Jafar Jackson, figlio di Jermaine, fratello maggiore del re del pop, aveva colpito, con una pistola a scarica elettrica, Blanquet, il più piccolo dei tre figli di Jacko. Ma, il giorno dopo, è arrivata la smentita ufficiale d'Adam Streisand, il legale della madre del cantante: "I figli di Michael non sono stati bersaglio di nessuna pistola. Jafar ha acquistato l'arma e l'ha fatta consegnare a casa. Ha provato la pistola in bagno contro una scatola di cartone. Avvertito il rumore della scarica, le guardie del corpo l'hanno requisita e Jafar è stato sgridato. Tutti stanno bene, i tre figli di Michael hanno visto l'arma, solo dopo che era stata sequestrata". Non è chiaro se i servizi sociali stiano indagando sull'incidente, ma l'avvocato Streisand ha dichiarato di non aver ricevuto da loro alcuna comunicazione.

Leggi tutto