"Everybody Hurts", 21 artisti cantano il dolore di Haiti

1' di lettura

Sono le star musicali più celebrate di tutti i tempi e hanno deciso di cantare insieme, come fecero altri prima di loro con "We are the world", per aiutare la popolazione dell’isola caraibica messa in ginocchio dal terremoto. GUARDA IL VIDEO

VAI ALLO SPECIALE

L'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA TRAGEDIA


TESTIMONIANZE DALL'INFERNO
. Ascolta le voci dei sopravvissuti

Leona Lewis, Rod Stewart, Mariah Carey, Cheryl Cole, Mika, Michael Bublé, Joe McElderry, Miley Cyrus, James Blunt, Gary Barlow, Mark Owen of Take That, Jon Bon Jovi, James Morrison, Alexandra Burke, Susan Boyle, Aston Merrygol, Marvin Humes, Shane Filan, Mark Feehily,Kylie Minogue e Robbie Williams.

Sono questi i 21 artisti che incideranno un disco, il cui ricavato verrà devoluto per aiutare la popolazione di Haiti messa in ginocchio dal terremoto. A questi forse va aggiunto anche il Premier Gordon Brown che si è da subito impegnato a non mettere nessun tipo di tassa sul disco, per favorirne le vendite.  

Tutti hanno interpretato “Everybody Hurts”, il mitico pezzo dei REM che recita: “When the day is long and the night, the night is yours alone. When you’re sure you’ve had enough of this life, well hang on Don’t let yourself go, everybody cries and everybody hurts sometimes” (Quando il giorno è lungo e la notte, la notte e solo tua. Quando sei sicuro che ne hai avuto abbastanza di questa vita, resisti. Non lasciarti andare, tutti piangono e tutti soffrono a volte. A volte tutto è sbagliato. Ora è tempo di cantare insieme).

Impossibile, ascoltando il brano, non pensare alle migliaia di persone che hanno perso la vita,  un arto, o semplicemente casa e lavoro. Sprofondando ancora di più in quella miseria che già caratterizzava le loro vite.

Nei negozi di dischi dal prossimo 15 febbraio, i proventi saranno interamente devoluti al Disasters Emergency Committee e all'iniziativa "Helping Haiti" del quotidiano The Sun.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE

Leggi tutto