Morte Jacko, Murray non si consegna alle autorità

1' di lettura

Il medico avrebbe dovuto consegnarsi oggi in tribunale, ma da fonti legali si è appreso che non si presenterà.

Si sono rotte le trattative tra la procura di Los Angeles e i legali di Conrad Murray, il medico che potrebbe essere incriminato per la morte di Michael Jackson. Murray avrebbe dovuto consegnarsi oggi in tribunale, ma da fonti legali si è appreso che non si presenterà. "Contrariamente a quanto annunciato, il dottor Murray non si preenterà e nessuna incriminazione sarà pronunciata oggi contro di lui", ha detto una fonte.

Gli avvocati del medico di Michael Jackson stavano negoziando la resa del loro assistito alle autorità di Los Angeles, mentre per i media  l'uomo sarebbe potuto essere accusato a breve di omicidio involontario. Il dottor Conrad Murray ha ammesso di avere somministrato alla popstar una dose di un potente anestetico per aiutarlo a dormire. Per questo potrebbe  essere formalmente incriminato con l'accusa di omicidio involontario, secondo quanto riferito dal sito che si occupa di celebrità Tmz.com.

Guarda anche:
Addio al re del pop. L'ALBUM FOTOGRAFICO

L'ultimo saluto a Jacko. TUTTI I VIDEO

Leggi tutto