Mr Gay in Cina, la polizia blocca il concorso

Nella foto Simon Wang, avrebbe dovuto partecipare al concorso di Pechino. FOTO: Ap
1' di lettura

Il concorso organizzato per venerdì sera al 'Club Lan' di Pechino è stato cancellato. E' quanto ha riferito uno degli organizzatori della manifestazione, Niu Niu, spiegando che gli agenti hanno riscontrato problemi amministrativi

Il primo concorso di Mr.Gay a Pechino è stato bloccato dalla polizia. Secondo quanto riferito da uno degli organizzatori della manifestazione, Niu Niu, lo spettacolo, che era stato salutato come una nuova apertura del regime verso la comunità omosessuale nel Paese, sarebbe stato cancellato per problemi amministrativi.

"Penso che il problema sia legato alla questione dell'omosessualità", ha invece dichiarato Wei Xiaogang, che doveva essere membro della giuria.

Il concorso, rganizzato per la serata di venerdì al Club Lan di Pechino, prevedeva la partecipazione di otto concorrenti che si dovevano esibire in numeri di canto e danza. Al vincitore era stato promesso il viaggio in Norvegia il mese prossimo per partecipare allle finali mondiali di 'Mister Gay'.

Per anni, fino al 1997, l'omosessualità è stata punita dal codice penale cinese e fino al 2001 gli omosessuali erano considerati "malati mentali". In Cina, un gigante che conta un miliardo e 350 milioni di abitanti, la comunità omosessuale è calcolata in circa 30 milioni di persone (20 milioni di uomini, e il resto donne).

Guarda anche:


Mr Gay sbarca in Cina
Il Sud Africa elegge Mr. Gay: LE FOTO
Gay Pride: è festa in tutto il mondo: LE FOTO
A Genova sfila l'orgoglio gay: LE FOTO

Leggi tutto