Ovazione in Israele per Inglourious Basterds di Tarantino

1' di lettura

Il regista durante la presentazione in un cinema di Tel Aviv della pellicola, che ha per sfondo la seconda Guerra mondiale, ha precisato: "Non è un film sulla Shoah ma su un pugno di soldati incaricati di compiere una missione"

"I tabù sono concepiti per essere spezzati, o per essere messi da parte". A parlare è il regista Quentin Tarantino che ha difeso la propria libertà artistica in un cinema di Tel Aviv, durante la presentazione del suo Inglourious Basterds, una pellicola che ha per sfondo la seconda Guerra Mondiale. Tarantino ha voluto precisare di non aver fatto un film sulla Shoah ma su un "pugno di soldati incaricati di compiere una missione". Inaspettatamente accolto da un'ovazione il regista era accanto all'attore austriaco Christoph Waltz, il "nazista cacciatore di ebrei" protagonista del film.

Leggi tutto