Il decreto anticrisi taglia il fondo unico spettacolo

1' di lettura

I professionisti del settore, 250mila persone, intendono andare dal capo dello Stato Napolitano a chiedere il ripristino del fondo unico per lo spettacolo, tagliato dal decreto anticrisi

Il mancato ripristino del fondo unico per lo spettacolo - come stabilito dal decreto anticrisi del governo - crea preoccupazione e allarme i chi lavora nel settore, ben 250mila persone e seimila imprese. "La cultura forma personalità e se non si vuole investire in essa - dice l'attore Pierfrancesco Favino - è perchè non interessano le personalità ma solo i clienti o gli elettori accondiscendenti".

Leggi tutto
Prossimo articolo