In Italia l'e-commerce con l'estero non decolla

1' di lettura

Tra il pericolo di truffe, le complicazioni doganali e la lentezza nella consegna c'è poca fiducia nel commercio elettronico

Gli italiani non si fidano dell'e-commerce. Prima comprare all'estero ci pensano bene: per la paura di essere fregati, per la lentezza delle poste nel consegnare la merce e, se l'ordine è fuori dal belpaese, per il problema della dogana, che alza il prezzo e complica le cose. Netcomm, il consorzio delle aziende nostrane che si occupano di commercio elettronico, dice che ci sono 6 milioni di italiani che fanno acquisti on line e il fatturato cresce, ma solo il 4%, contro una media europea del 7, è disposto ad affrontare il percorso a ostacoli di un acquisto all'estero.

Leggi tutto