Cina, obbligatorio filtro anti-web su tutti i pc

1' di lettura

Pechino impone l'ennesima misura restrittiva su rete: gli internauti dagli occhi a mandorla avranno una visione globale sempre più limitata, distorta e lontana dalla realtà

In Cina la censura non è una novità. Amnesty International la denuncia da sempre, e tutti ricordiamo le Olimpiadi del 2008 e la repressione dei monaci Tibetani. Ora, il governo cinese impone l'ennesima misura restrittiva. Secondo il Wall Street Journal, avrebbe imposto l'inserimento in tutti i computer commercializzati di un programma che blocchi l'accesso a determinati portali, come quelli pedopornografici o di distribuzione di materiale contraffatto. Il risultato, una visione globale, per gli internauti cinesi, sempre più limitata, distorta e lontana dalla realtà.

Leggi tutto
Prossimo articolo