Londra, diventa madre grazie a tessuto ovarico congelato da bimba

1' di lettura

Il caso di Moaza Al Matrooshi segna un nuovo passo avanti nella medicina. Il suo è il primo intervento effettuato con tessuto prelevato prima della pubertà 

All’età di 9 anni, a causa di una malattia, le è stato asportato l’ovaio destro e le è stato congelato del tessuto ovarico. Oggi, a 24 anni, ha dato alla luce il suo primo figlio grazie a un intervento, senza precedenti, effettuato dai medici del Portland hospital di Londra. Il caso di Moaza Al Matrooshi segna infatti un nuovo passo avanti nella medicina.

 

 

Il caso di Moaza - La ragazza, nata a Dubai, era affetta da beta thalassaemia, che riduce la produzione di emoglobina e può anche causare la morte. Da bimba, quindi è stata sottoposta prima a trattamento chemioterapico e poi a trapianto di midollo. Per evitare il rischio di infertilità, dunque, all’età di 9 anni acconsentì al prelievo e al congelamento dell’ovaio.

 

 

Congelamento del tessuto ovarico -  Il cosiddetto congelamento del tessuto ovarico è una procedura molto recente e sperimentale. Ci sono altri bambini al mondo nati grazie ad essa ma Moaza Al Matrooshi è la prima ad aver subito il trattamento prima della pubertà. "E' un miracolo - ha detto la donna - abbiamo atteso così tanto a lungo per questo esito, un bambino sano".

Leggi tutto