Mele e pomodori potrebbero aiutare i polmoni degli ex fumatori

Una dieta ricca di pomodori freschi rallenterebbe il declino fisiologico delle funzionalità polmonari legato all'età (foto: archivio Getty Images)
3' di lettura

Lo sostiene uno studio della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health che ha coinvolto 650 persone valutando il loro consumo di frutta e verdura e l'apparato respiratorio di ciascuno

Una dieta ricca di pomodori e frutta, in particolare mele, potrebbe aiutare a rallentare il declino naturale delle funzionalità polmonari negli ex fumatori. A sostenerlo è un nuovo studio della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, pubblicato su "European Respiratory Journal". La ricerca ha coinvolto 650 persone, tra ex fumatori e non, valutando il loro regime alimentare e le funzioni polmonari in un arco temporale di dieci anni. È stata condotta nell'ambito del progetto "Ageing Lungs in European Cohorts (ALEC) Study", finanziato dalla Commissione Europea e coordinato dall'Imperial College di Londra.

Uno studio lungo dieci anni

Le persone coinvolte nello studio, tra cui ex fumatori e non, sono state 650 provenienti da tre Paesi europei: Germania, Norvegia e Regno Unito. Dei partecipanti sono state valutate le abitudini alimentari e relativi apporti nutrizionali, tramite questionari ad hoc, e le funzioni polmonari, con esami specifici come la spirometria (il test che consente di misurare la capacità dei polmoni di assumere ossigeno), nell’intervallo di tempo tra il 2002 e il 2012. Lo studio è stato condotto tenendo conto di diversi fattori per ciascun partecipante, quali età, altezza, sesso, indice di massa corporea, stato socio-economico, attività fisica e apporto energetico totale.  

I benefici di una dieta sana

Dai risultati dei questionari e degli esami è emerso che gli adulti che mangiavano in media più di due pomodori o più di tre porzioni di frutta fresca al giorno avrebbero avuto un declino più lento delle funzionalità polmonari rispetto a chi assumeva dosi quotidiane minori. I ricercatori hanno anche riscontrato che l’effetto protettivo sarebbe tale solo mangiando frutta e verdura fresche e non, ad esempio, salsa di pomodoro o altri piatti cucinati. Lo studio ha evidenziato inoltre un declino rallentato delle funzioni polmonari anche negli ex fumatori che seguivano una dieta ricca di pomodori freschi. La scarsa funzionalità polmonare, hanno ricordato gli esperti, sarebbe collegata a rischi di mortalità per patologie cardiache e polmonari, come il cancro e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

I risultati sugli ex fumatori

Proprio tra gli ex fumatori il rapporto tra salute dei polmoni e dieta sarebbe risultato maggiormente sorprendente. La funzione polmonare inizia a declinare intorno ai 30 anni a velocità variabile a seconda della salute generale e specifica degli individui. "Il nostro studio - ha spiegato Vanessa Garcia-Larsen, del Dipartimento di salute internazionale della Bloomberg School e autore principale - suggerisce che mangiare più frutta regolarmente può aiutare ad attenuare il declino quando le persone invecchiano e potrebbe anche aiutare a riparare i danni causati dal fumo. La dieta potrebbe diventare un modo per combattere la diagnosi crescente di BPCO in tutto il mondo".

Data ultima modifica 21 dicembre 2017 ore 21:01

Leggi tutto
Prossimo articolo