Giornata Mondiale contro l'AIDS: le iniziative in Italia

Il nastro rosso è il simbolo della lotta all'AIDS sin dal 1991 (Getty Images)
3' di lettura

Il 1º dicembre è dedicato alla conoscenza e alla prevenzione di un nemico invisibile e spesso sottovalutato: il virus Hiv

 

Ogni anno vengono diagnosticati in Italia 4mila nuovi casi di infezione da Hiv. Il dato complessivo è stabile da 5 anni, ma non è così per la fascia d'età compresa fra i 25 e i 29 anni, per la quale i casi sono in aumento. Per sollecitare l'attenzione dell'opinione pubblica sulla persistenza di questa malattia, della quale si parla meno pur rimanendo estremamente pericolosa, è nata la Giornata Mondiale contro l'AIDS, celebrata ogni anno il primo di dicembre.

Una campagna d'impatto

In vista della Giornata è stata lanciata una campagna dal titolo forte: "Se te ne fotti l’AIDS ti fotte". L'iniziativa, promossa dalla Associazione Nazionale per la Lotta contro l'AIDS (Anlaids), vede la partecipazione di alcuni celebri testimonial come la presentatrice Federica Fontana, la cantante Andrea Mirò, il giornalista Ivan Zazzaroni, l'attrice Alena Seredova e molti altri volti noti, mescolati a quelli di alcuni volontari Anlaids che hanno prestato la propria immagine. "Vogliamo riportare l’attenzione su un tema che sembra essere dimenticato, ma che continua a colpire in silenzio, condizionando la vita di migliaia di persone" dice Carmine Falanga, responsabile progetti e iniziative speciali di Anlaids e ideatore della campagna, "Il claim della campagna è chiaro e concreto: noi informiamo, alle persone resta la decisione su come comportarsi. Noi di Anlaids ci siamo sempre stati e ci saremo in futuro per chiunque abbia bisogno di noi. E come diciamo sempre, proteggi ciò che ami, proteggi te stesso".

Gli eventi

Per sollecitare l'attenzione della cittadinanza sulla minaccia dell'AIDS sono in programma numerosi eventi fra Milano, Cagliari, Torino, Pordenone e alcune altre città italiane (qui il programma completo). L'appuntamento nel capoluogo lombardo è nelle università Statale, Bocconi e Politecnico, dalle 10 alle 16 per l'evento "No Glove, No Love – Università unite contro l’Aids" durante il quale saranno allestiti tavoli informativi nelle diverse sedi accademiche e saranno distribuiti profilattici, gadget e materiali informativi. A Firenze, dalle 10 e 30 alle 14, si terrà un evento organizzato dal Coordinamento Nazionale Comunità Di Accoglienza (Cnca) presso Palazzo Corsini, in un momento visto come l’occasione per un aggiornamento sull'AIDS che possa stimolare una presa di coscienza dell’importanza della collaborazione fra istituzioni e privato sociale. In Piemonte, in provincia di Torino sono previsti gli allaestimenti di "Stand informativi Hiv e la somministrazione test salivari": il 2 dicembre a Nichelino (dalle 15 e 30 alle 19) e Roletto (dalle 22) e il 3 dicembre a Pinerolo (dalle 15 e 30 alle 20).

Un numero per la consulenza

In occasione di venerdì 1 dicembre sarà attivo anche il servizio di counselling "Telefono Verde AIDS e Infezioni Sessualmente Trasmesse" (800-861061) dell’Istituto Superiore di Sanità e co-finanziato dal Ministero della Salute. Attivo dalle 10 alle 18, dall'altro capo del filo saranno disponibili gratuitamente gli esperti dell'Iss, per chiarire ogni dubbio sull'Hiv.

Sky TG24 nel cuore di un'epidemia di Hiv in Indiana

Leggi tutto
Prossimo articolo

Tag