Lezioni di primo soccorso a scuola, progetto Miur e ministero Salute

Gli alunni delle scuole italiane, dalle materne fino alle superiori, impareranno le tecniche di primo soccorso con percorsi formativi calibrati a seconda dell'età (foto: archivio Ansa)
3' di lettura

Gli studenti impareranno a riconoscere le situazioni di pericolo, i casi in cui è necessario l'intervento dell'ambulanza, l'uso di defibrillatori, massaggio cardiaco e manovre anti soffocamento. Coinvolti alunni dall'infanzia alle superiori

Dal prossimo febbraio partirà nelle scuole italiane, dall'infanzia fino alle superiori, il percorso formativo "Primo soccorso a scuola". Il progetto è stato realizzato dai ministeri dell'Istruzione e della Salute in collaborazione con il Sis 118, e attua il comma 10 dell'articolo 1 della "Buona Scuola". Gli studenti impereranno a riconoscere le situazioni di pericolo e le circostanze nelle quali è necessario l'intervento degli adulti o dell'ambulanza, l'utilizzo di un defibrillatore, le tecniche di massaggio cardiaco e le manovre anti soffocamento.

Fase sperimentale

Il percorso formativo è rivolto a tutti gli alunni dall'infanzia alle superiori, con un programma per i più piccoli calibrato sulla loro età. Saranno formati anche gli insegnanti e il personale Ata (amministrativo, tecnico e ausiliario). Per la fase sperimentale, che si dovrebbe concludere entro la metà di marzo 2018, saranno coinvolte le scuole di tredici province: Trieste, Padova, Sondrio, Savona, Macerata, Perugia, Pistoia, Latina, Campobasso, Salerno, Taranto, Vibo Valentia, Sassari. Per ciascuna provincia saranno selezionate 14 classi per un totale di circa 4.500 studenti, che frequenteranno due mesi di corsi teorici e pratici. Gli operatori del 118 e i volontari, insieme a insegnanti e dirigenti scolastici, si occuperanno della formazione. A partire da gennaio, poi, andrà online un portale ad hoc con i materiali didattici e le informazioni sul progetto. Una volta terminata la sperimentazione e presentati i report territoriali, verrà stabilito il programma formativo per l'avvio del progetto nell'anno scolastico 2018/2019.

Programma per l'anno scolastico 2018/2019

L'idea è quella di partire con la sperimentazione per poi portare il progetto in tutte le istituzioni scolastiche dall'anno scolastico 2018-2019. "Diamo attuazione - ha dichiarato la ministra Fedeli - a un comma fondamentale della Legge 107. Saper assistere una persona in difficoltà nell'attesa che arrivino i soccorsi è fondamentale. Anche questi sono strumenti per una cittadinanza attiva e consapevole". La ministra dell'Istruzione, che ha definito il progetto "una svolta importante, un'operazione di civiltà", vorrebbe allargarlo in futuro anche alle famiglie. "La conoscenza delle tecniche di primo soccorso – ha aggiunto la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin - può salvare innumerevoli vite. Portare questa conoscenza all'interno degli istituti scolastici significa sviluppare tra i giovani una cultura del primo soccorso per renderli consapevoli che le proprie capacità e i propri comportamenti possono fare la differenza".

Leggi tutto
Prossimo articolo