Ricette vegane: un menù completo senza rinunciare ai piatti di sempre

L'hamburger vegano è sempre più di moda in tutto il mondo (Getty Images)
3' di lettura

Una raccolta di quattro piatti per preparare un pasto completo senza carne o derivati animali che, però, ricordi in tutto e per tutto la cucina tradizionale

La cucina vegana, al di là delle vocazioni di principio può essere un buon modo per sperimentare. In questa breve selezione di ricette, tratte dal portale della The Vegan Society nata nel 1944, vengono passate in rassegna una serie di alternative per comporre un pasto completo con versioni vegane di celebri piatti.

Antipasti e insalate

Per aprire un pranzo o una cena senza prodotti animali o loro derivati, le ricette della Vegan Society propongono il sushi, nella tipica versione hossomaki (i rotolini di riso avvolti da un foglio d'alga): all'interno troviamo, al posto del pesce, zucchine, carote o cipolle. Ancora, utilizzando tofu, prezzemolo, erba cipollina e aneto miscelati è possibile creare i fiocchi di latte da accompagnare, ad esempio, a un'insalata. A tal proposito, chi ama l'insalata greca, potrà sostituire la feta, suggerisce la Vegan Society, con ceci in scatola. Per la preparazione, invece, di zuppe e vellutate, il sostituto di eventuali derivati del latte diventa il latte di cocco.

Portate principali: l'hamburger e le altre varianti

Se creare un antipasto con qualche piccola sostituzione sembra un esercizio abbastanza semplice, quando si arriva al piatto forte le difficoltà aumentano. Ciononostante si può riprodurre, almeno visivamente, il feeling con un hamburger, preparandolo con una miscela di fagioli neri, zucca e verdure; oppure, in alternativa, c'è sempre l'hamburger di tofu. Cambiando genere, è possibile riprodurre in forma vegana anche la tipica moussaka della cucina greca, eliminando la carne e il formaggio e aggiungendo funghi e ammorbidendo i sapori con latte di soia. Più semplice, infine, dedicarsi a una delle tante varianti di pasta adatte alla cucina vegana: a prescindere dal tipo di pasta "vegan" che sceglierete, una versione particolarmente sostanziosa fra quelle suggerite dalla Vegan Society individua fagioli neri e zucca grigliati come condimento.



Dolci, cheesecake e oltre

Di norma abbondanti in uova, burro e latte, i dolci sono un'altra area culinaria nella quale sperimentare le versioni vegane può rivelarsi interessante e gustoso. Per cominciare, la classica cheesecake. Anche anche se il nome tradisce sin da subito la presenza di formaggio, si può aggirare l'ostacolo producendo una crema con anacardi e tre derivati del cocco: burro, sciroppo e latte. Come abbinamento per la decorazione superiore, la Vegan Society punta su una salsa di mele e datteri. Una vera provocazione, poi, sono le meringhe vegane a base di ceci (per farle occorrono solo zucchero e bitartrato di potassio, un tipo di lievito) da servire con crema di cocco. Sostituendo ai classici ingredienti dei dolci la margarina e il latte di soia, si possono ricreare le torte più comuni, come ad esempio quella al cacao; in alternativa, come nel caso della torta di carote, la scelta del grasso da aggiungere all'impasto ricade sull'olio vegetale (come quello di girasole).

Leggi tutto
Prossimo articolo