Torna l'ora solare: il menù salva-sonno di Coldiretti

Secondo Coldiretti una dieta corretta è l'ideale per superare i disagi del cambio d'ora (Foto: Archivio Getty Images)
2' di lettura

Tra sabato 28 e domenica 29 ottobre le lancette dell'orologio torneranno indietro di 60 minuti. Ecco i cibi consigliati e quelli da evitare per affrontare al meglio questo passaggio

Nella notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre tornerà l'ora solare. Se da un lato si potrà avere la possibilità dormire un'ora in più, dall'altro lo sfasamento orario potrebbe essere problematico per i 12 milioni di italiani che soffrono di insonnia. Il rimedio, completamente naturale, è a tavola: lo sostiene Coldiretti che ha anche diffuso un menù adatto a coloro che hanno difficoltà a dormire.

I cibi consigliati

Per affrontare al meglio il ritorno all'ora solare, ultimo tassello del cambio di stagione, via libera a pane, pasta e riso: questi alimenti contengono un aminoacido, il triptofano, che favorisce la sintesi della serotonina, il neurotrasmettitore dedicato al benessere e al relax. Non devono mancare nemmeno frutta e verdura, due alimenti a cui gli italiani sembrano particolarmente affezionati, facendo segnare un record di consumi nell'ultimo periodo. Tra le verdure consigliate, Coldiretti raccomanda di consumare lattuga e radicchio, ma anche zucca, rape e cavoli. Spazio anche ad aglio, formaggi freschi, legumi, carne, pesce, uova bollite e latte caldo, alimenti perfetti per l'alimentazione serale. Il latte, di cui ora si potranno avere informazioni certe circa la provenienza grazie all'indicazione obbligatoria in etichetta, serve a diminuire l'acidità gastrica che può interrompere il sonno. Infine, un dolce ricco di carboidrati semplici è un buon antistress, meglio se accompagnato da tisane o infusi, che conciliano il rilassamento necessario per addormentarsi.

Gli alimenti da evitare

Dato che il cambiamento dell'orario può influenzare il ritmo circadiano e quindi la qualità del sonno, è necessario prestare attenzione a non ingerire cibi che, danneggiando la digestione, possono compromettere il riposo notturno. L'alimentazione è infatti legata a doppio filo con il sonno: basti pensare che ci si addormenta più facilmente quando si è sazi, ma eccedere nelle quantità o assumere cibi grassi e pesanti o sostanze eccitanti può avere l'effetto contrario. Secondo Coldiretti bisogna evitare cioccolato, cacao, tè e caffè, proprio a causa della presenza della caffeina. Banditi anche i superalcolici, che inducono un sonno di cattiva qualità e provocano postumi avvertiti anche al mattino, nonché le spezie come curry, pepe o paprika, e il sale in eccesso.

Leggi tutto
Prossimo articolo