Invecchiamento, creato il database delle sostanze anti-età

DrugAge, la banca dati anti-invecchiamento (Getty Images)
1' di lettura

Su internet una raccolta di tutti i farmaci che potenzialmente "allungano la vita", cioè quelli che hanno dimostrato effetti positivi sulla longevità in studi su modelli animali: si chiama DrugAge

La ricetta contro l'invecchiamento non esiste ancora, ma ora c'è una banca dati che raccoglie tutti i farmaci anti-età scoperti fino a oggi nel mondo. A crearla sono stati gli scienziati della Biogerontology Research Foundation (Bgrf) e dell'Università di Liverpool, che l'hanno ribattezzata DrugAge.

Un database con oltre 400 farmaci – DrugAge, che per ora contiene 418 composti, è stata messa a disposizione dell'intera comunità scientifica (è infatti una sorta di motore di ricerca per trovare informazioni su composti anti-aging, dati e studi) e va ad aggiungersi ad altre banche dati importanti per gli studi sull'invecchiamento, tra cui LongevityMap, database di oltre duemila geni umani e mutazioni associati alla longevità, GenAge, AnAge e GenDR.

A disposizione della comunità scientifica – Il database ha l'intento di accelerare le scoperte nella lotta all'età che avanza. "Sono fiducioso che possa essere ampiamente utilizzato dalla comunità scientifica – spiega Dmitry Kaminskiy, della Bgrf – nella ricerca sull'invecchiamento. Rappresenta una pietra miliare sulla strada per il cambio di paradigma nel settore sanitario moderno, non più focalizzato sul trattamento della singola patologia ma rivolto verso la prevenzione di molteplici malattie".




Leggi tutto