Dieta, il successo (o il fallimento) è scritto nei tweet

La chef Katie Lee a un evento Twitter a New York (Getty Images)
1' di lettura

I risultati possono essere previsti basandosi sui sentimenti espressi nelle frasi e nelle parole utilizzate sulla piattaforma social. È quanto sostiene una ricerca del Georgia Institute of technology

C'è un legame diretto tra il comportamento di una persona sui social network e il successo della dieta che sta portando avanti. È quanto emerge da una ricerca del Georgia Institute of technology, che ha preso in esame oltre due milioni di tweet di 700 persone, incrociandoli con i loro aggiornamenti di un'app conta-calorie.

Il nesso tra dieta e stati d'animo social – Secondo i ricercatori il successo – o il fallimento – di una dieta può essere previsto con un'accuratezza del 77% basandosi semplicemente sui sentimenti espressi in parole e frasi utilizzate su Twitter da chi la dieta la sta seguendo. La ricerca sarà presentata alla 20esima Acm Conference on computer-supported cooperative work and social computing che si terrà a Portland, in Oregon, a partire dal 25 febbraio.

Obiettivi raggiunti, cinguettii positivi – Settecento le persone coinvolte nella ricerca. Gli studiosi hanno esaminato più di due milioni di loro tweet e li hanno incrociati con gli aggiornamenti di una app conta-calorie, MyFitnessPal. Chi riesce a tenere fede agli obiettivi della dieta, in genere, è in grado di esprimere sui social sentimenti più positivi; inoltre, si dimostrerebbe più proiettato verso il futuro e avrebbe un network sociale più ampio. I suoi tweet, inoltre, si focalizzerebbero su argomenti relativi alla salute e al fitness. Al contrario, chi non riesce a seguire la dieta nei cinguettii mostrerebbe un tono negativo e tenderebbe a esprimere ansia e disagio.



La propensione a condividere idee e ricette – "Abbiamo osservato che gli utenti che ce la stavano facendo erano molto più propensi a condividere ricette sane, offrire suggerimenti sull'alimentazione e sull'esercizio fisico, e a riferire i propri progressi", spiega l'autrice principale della ricerca, Munmun De Choudhury. "Una rete ampia di amici e seguaci, oltre a un maggiore coinvolgimento, rappresentano per loro un sistema di supporto più forte e una probabilità di adesione alla dieta migliore". In futuro, suggerisce sempre la De Choudhury, il nuovo metodo di analisi “potrebbe essere sviluppato per fornire maggiori benefici per la salute e il benessere”.

Leggi tutto