I bambini che fanno tanto movimento sono più felici

Bimbi in un parco giochi (Foto: LaPresse)
1' di lettura

Uno studio norvegese sottolinea che, come gli adulti, anche i più piccoli traggono benefici, anche mentali, dall'esercizio fisico

"Mens sana in corpore sano", a tutte le età. Così come gli adulti, anche i bambini trarrebbero numerosi benefici dal mantenersi attivi fisicamente. In particolare, secondo uno studio condotto dall'Università norvegese di scienza e tecnologia, sarebbero meno inclini alla depressione.

 

Esercizio fisico anti-depressione - Pubblicato sulla rivista Pediatrics, lo studio ha esaminato circa 800 bambini all'età di 6 anni, con successivi follow-up su almeno 700 di loro all'età di 8 e 10 anni. L'attività fisica è stata misurata con degli accelerometri portatili, indossati dai bambini, mentre il benessere mentale è stato indagato attraverso delle interviste a genitori e figli. Essere attivi, sudare, perfino azzuffarsi, spiega la coordinatrice Tonje Zahl, genera "molto più di benefici per la salute fisica". Sono attività, sottolinea, "che proteggono anche dalla depressione". I bambini da moderatamente a vigorosamente attivi di 6 e 8 anni, si legge nello studio, esaminati due anni dopo mostravano meno sintomi di depressione. Sono risultati importanti, sottolineano i ricercatori, "perché potrebbero suggerire che l'esercizio fisico può essere usato per prevenire e curare la depressione già nell'infanzia".

 

Essere "attivi" è meglio - Quanto alla correlazione inversa, ovvero tra uno stile di vita sedentario e sintomi depressivi, lo studio non ha trovato associazioni. Uno stile di vita sedentario non aumentava i rischi di depressione nei bambini presi in esame dai ricercatori norvegesi. Tuttavia per gli esperti limitare le ore davanti alla tv o al tablet nei bambini non basta per garantir loro benessere: incoraggiarli a fare un giro in bicicletta, a giocare all'aperto è il miglior modo per cercare di tenere lontana anche la depressione.

Leggi tutto