Oms: aumentare i prezzi delle sigarette per salvare milioni di vite

Ogni anno a causa del fumo muoiono sei milioni di persone (Getty Images)
1' di lettura

Il monito arriva dall'Organizzazione mondiale della sanità e dal National Cancer Institute degli Stati Uniti: più tasse per ridurre il consumo di tabacco e proteggere la salute delle persone

Salvaguardia della salute delle persone e anche un risparmio economico. Un duplice obiettivo che potrebbe essere raggiunto con politiche più rigorose di controllo sul mercato del tabacco, dalla tassazione all’aumento del prezzo delle sigarette. È questo il suggerimento che arriva dal rapporto “The economics of tobacco and tobacco control” stilato dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) e dal National cancer institute degli Stati Uniti. 

 

Sei milioni di morti ogni anno – Secondo il nuovo rapporto “The economics of tobacco and tobacco control” ci sarebbero correlazioni positive fra un controllo più deciso del mercato del tabacco, la salute delle persone e il risparmio economico di cui ogni paese potrebbe beneficiare.

Come? Attraverso imposte sul tabacco e aumento dei prezzi delle sigarette ad esempio. Tali misure, stando al rapporto, potrebbero ridurre notevolmente il consumo di tabacco proteggendo così la salute delle persone dalle patologie che mietono più vittime nel mondo e che sono causate anche dal fumo, come il cancro e le malattie cardiache.

Lasciati senza controllo, l'industria del tabacco e l'impatto mortale dei suoi prodotti costerebbero inoltre alle economie mondiali più di un trilione di dollari ogni anno in spese sanitarie e perdita di produttività. Attualmente, circa 6 milioni di persone muoiono ogni anno a causa del consumo di tabacco. La maggior parte dei fumatori vive in paesi in via di sviluppo.

 

 

I numeri del mercato del tabacco – Nel mondo ci sono oltre un miliardo di fumatori dai 15 anni in su. Circa l’80% abita nei paesi a basso e medio reddito e 226 milioni di fumatori vivono in condizioni di povertà. Il rapporto afferma che i ricavi annuali provenienti dal consumo di sigarette a livello globale potrebbero aumentare del 47%, se tutti i paesi alzassero le accise di circa 80 centesimi di dollaro per confezione. Inoltre, questo incremento delle tasse accrescerebbe i prezzi di vendita al dettaglio delle sigarette in media del 42%, riducendo fino a 66 milioni i fumatori adulti.

 

 

Costi sanitari immensi – Oleg Chestnov, vice-direttore generale per le malattie non trasmissibili e la salute mentale presso l’Oms, ha spiegato come questo rapporto dimostri che l’impatto economico del tabacco sui vari paesi sia enorme. "L'industria del tabacco produce e commercializza prodotti che uccidono milioni di persone prematuramente – ha affermato Chestnov – derubando le famiglie delle risorse che avrebbero potuto essere utilizzate per il cibo e l'istruzione e imponendo costi sanitari immensi”.  

Leggi tutto