Brunchfast e piatti sempre più green: ecco i food trend del 2017

Nel 2017 continuerà l'ascesa dei piatti vegetariani (Getty Images)
1' di lettura

L'ascesa dei menù vegetariani continua, anche se il cavolo verrà soppiantato da altri vegetali. Ci aspetta inoltre una vera rivoluzione a colazione

Tra le mode alimentari del 2016 ci sono stati i funfetti, le ciambelle arcobaleno e il frosé. Michael Whiteman, presidente della Baum + Whiteman, società di consulenza per hotel e ristoranti, ha delineato per Forbes i food trend 2017 che cambieranno le tavole di hotel e ristoranti. Benché i menù saranno sempre più green e vegetariani, il dominio del cavolo sta per finire e troveremo diverse novità nel pasto spesso ritenuto più importante della giornata: la colazione.
 

Passione vegetariana

Nel 2017 l'ascesa dei menù vegetariani continuerà il suo corso. Secondo i dati diffusi da Pinterest e riportati da Forbes, gli utenti cercano sempre di più immagini e ricette del mondo "veggy" (+336%), mentre parole come "lasagna", "macaroni" e "Stroganoff" sembrano segnare il passo. Questi numeri suggeriscono cosa le persone sperano di trovare sulla lista di un ristorante: meglio abbondare con cavolfiori e pizza vegetale rispetto a riso e pasta.

 

Cenare in macelleria

E' anche vero però che la carne piace ancora, nonostante i rischi segnalati dall'Oms. Ne sono la dimostrazione le macellerie che si trasformano in ristoranti, ambienti in cui l'alimento preferito dei carnivori riceve la sua celebrazione più alta. Il trend "dal macellaio alla tavola" permette ai clienti di poter scegliere qualsiasi taglio di carne e avere la certezza di vederlo preparato dalle mani di chi la carne la conosce bene.

 

Le nuove tendenze nella ristorazione

Il brunch? Una moda ormai sorpassata. Ora si parla di "Brunchfast", una colazione che può durare anche tutto il giorno, grazie a piatti speciali preparati soprattutto nelle catene di fast food. Starbucks propone, ad esempio, un sandwich speziato. Nei brunchfast c'è poco spazio per uova strapazzate o fiocchi d'avena. Più fortuna ha invece il pollo fritto, il chimichurri e il chorizo (insaccati tipici della penisola iberica). 

 

Cavolo, addio

È stato uno dei food trend più seguiti dello scorso anno, ma sembra che il dominio del cavolo sia al tramonto. Sta infatti per essere soppiantato da altri ortaggi e vegetali più economici ed efficienti, anche in termini di scarti prodotti. Via libera ad alghe, bietole, rape e carote.

 

Ciotole ovunque

In principio fu la "acai bowl", una ciotola a base di questo frutto tropicale, servita per lo più a colazione. Per il 2017 si prevede che più del suo contenuto, sarà la ciotola a diventare onnipresente in tavola. Ci sono molti lati positivi in questo trend. Innanzitutto, i cibi consegnati a domicilio potranno beneficiare di un contenitore più stabile. Inoltre, impiattare il cibo in una ciotola è molto più facile rispetto a farlo in un piatto normale. Tenere una ciotola tra le mani, qualsiasi cibo contenga, offrirebbe infine un "conforto psicologico".

 

2017, un anno di cambiamenti  

Secondo Phil Lempert, editorialista di Forbes, il 2017 sarò uno degli anni più eccitanti nella storia del food. Produzione, vendita, sviluppo tecnologico e comunicazione intorno al cibo subiranno notevoli cambiamenti. Solo nel 2016, secondo CB Insights sono stati investiti oltre un miliardo di dollari. Inoltre, il supermercato stesso sta cambiando, come dimostra il progetto Amazon Go. Fra i trend alimentari su cui si investirà c'è il matcha, il burro, la barbabietola e anche la cannabis commestibile.

Leggi tutto