Stati Uniti, la speranza di vita cala per la prima volta dal 1993

(Getty Images)
1' di lettura

Il dato scende da 81,3 a 81,2 anni per le donne e da 76,5 a 76,3 per gli uomini. Tra le cause, l'aumento dei casi di Alzheimer, ictus e malattie respiratorie

Negli Stati Uniti cala per la prima dal 1993, anno della crisi dell’epidemia di Aids, l'aspettativa di vita di donne e uomini. Il rapporto del National center for health statistic evidenza infatti che nel 2015 il dato è sceso di 0,1 punti, attestandosi a 78,8 anni. 

 

 

Uomini e donne meno longevi – Nel caso degli uomini la speranza di vita nel 2015 è passata da 76,5 a 76,3 anni; per le donne, da 81,3 a 81,2 anni. 

Le cause sono da ricercare nell'aumento di otto delle dieci principali cause di morte: malattie cardiache (+0,9%), malattie croniche dell'apparato respiratorio (+2,7%), lesioni accidentali (6,7%), ictus (+35), diabete (+1,9%), malattie renali (+1,5%) e suicidio (+2,3%).

 

Malattie, ricerca e prevenzione  - L'incremento più alto è quello dell' Alzheimer (+15,7%). Preoccupante anche l'aumento delle malattie cardiache, cresciute dello 0,9% ma che rappresentano la prima causa di morte. La seconda è il cancro, ma in questo caso il dato è consolante: rispetto all'anno scorso si registra il -1,7% dei casi. Segno, secondo gli esperti, che forse il rapido sviluppo della ricerca, come pure le campagne di prevenzione, cominciano ad avere un impatto.

 

Cause non chiare – In generale,  commenta Peter Muenning rofessore di gestione sanitaria presso la Columbia University, il calo dell'aspettativa di vita di 0,1 punti registrato nel 2015 "è un dato enorme". Intervistato dal "New York Times", ha aggiunto che, in genere, “l'aspettativa di vita aumenta, e ciò è prevedibile e coerente, per cui osservare una diminuzione è molto allarmante”. Normalmente si attribuivano all'obesità o al dilagare degli oppiacei fenomeni di questo tipo: tuttavia, “se si sezionano questi dati nessuno di tali argomenti regge”, precisa Muenning. Insomma, “è un mistero”.

 

Aspettative di vita nel mondo - Nel 2013 gli Stati Uniti si trovavano al 28esimo posto per aspettativa di vita fra i Paesi Ocse. L'Italia è al quarto posto (con una vita media di 82,8 anni) dietro a Giappone, Spagna e Svizzera: nel nostro Paese, tuttavia, l'aspettativa di vita è stata rivista al ribasso lo scorso aprile per la prima volta, con un dato 2015 sceso a 80,3 anni per gli uomini e 84,7 per le donne.

Leggi tutto