Da Berlusconi ad Andreotti: i 10 governi più lunghi della Repubblica

L'incarico di Renzi, con le dimissioni del premier dopo il referendum, è diventato il quarto più lungo della storia dell'Italia repubblicana. Nelle prime dieci posizioni, anche due governi dell'ex Cavaliere e due di Romano Prodi. FOTO

  • ©Getty Images
    Il governo che è durato di più è stato il secondo di Silvio Berlusconi, mentre in decima posizione si trova il sesto esecutivo guidato da Giulio Andreotti. Nella classifica ci sono anche i leader della Dc Alcide De Gasperi, Aldo Moro e Antonio Segni, e il socialista Bettino Craxi - Lo speciale sul referendum
  • ©Getty Images
    Il cosiddetto Berlusconi II è stato il governo più lungo della Repubblica italiana ed è rimasto in carica 1.412 giorni, cioè poco più che tre anni e dieci mesi. Il suo percorso è iniziato il 3 maggio 2001 e si è concluso con il tracollo del centrodestra alle regionali del 2005. Il Cavaliere ha dato le dimissioni e ha poi costituito un governo di fine legislatura. Iniziava così il Berlusconi III che sarebbe durato fino a maggio 2006 - Gli 80 anni di Berlusconi: LA FOTOSTORIA
  • ©Getty Images
    Sono stati gli anni dell'amicizia con il presidente Usa George W. Bush e della guerra in Iraq, degli scontri del G8 di Genova del 2001 e della legge sull'immigrazione Bossi-Fini. Nella foto, Berlusconi con il presidente statunitense Bush, nel 2002 - Berlusconi stoppa Parisi. La replica: "Con Salvini perde"
  • ©Getty Images
    Il secondo esecutivo più lungo della storia della Repubblica è quello del quarto governo Berlusconi, iniziato nel 2008 e durato 1.287 giorni. Dal Lodo Alfano alle operazioni militari in Libia, i 43 mesi da leader finiscono un Pdl sfaldato a cui manca la maggioranza. Berlusconi si dimette e inizia il governo tecnico di Mario Monti. Nella foto, il passaggio delle consegne - Mario Monti, il professore nominato senatore a vita
  • ©Getty Images
    Il terzo governo più longevo è stato anche il primo guidato dai socialisti. È quello di Bettino Craxi, in carica dal 1983 al 1986. Le sue politiche economiche hanno tentato di risollevare il Paese dopo la crisi petrolifera. Anni dopo, Craxi è stato coinvolto nell'inchiesta Mani Pulite per corruzione e finanziamento illecito del suo partito - Proteste a Lissone per la piazza Bettino Craxi
  • ©Getty Images
    Il quarto governo più lungo è quello di Matteo Renzi che, dopo l'esito del referendum costituzionale, ha dato le dimissioni. Il segretario del Pd è rimasto alla guida del Paese per più di mille giorni promuovendo un vasto piano di riforme, da quella elettorale dell'Italicum, su cui deve pronunciarsi la Consulta, a quella della "Buona Scuola" - Referendum: tutti i nomi per il dopo Renzi. Foto
  • ©Getty Images
    Il primo governo di Romano Prodi, iniziato il 18 maggio 1996, è il quinto in classifica, con 886 giorni. Nell'ottobre del 1998, quando Rifondazione Comunista non ha appoggiato la finanziaria, Prodi non ha ottenuto la fiducia e ha rassegnato le dimissioni. Massimo D'Alema è diventato il nuovo presidente del Consiglio. Nella foto, Prodi e il presidente americano Bill Clinton in un incontro per discutere la crisi del Kosovo, nel 1998 - Referendum, Prodi: "Sento il bisogno di rendere pubblico il mio Sì"
  • ©LaPresse
    Il terzo e ultimo governo del leader della Dc Aldo Moro è stato il sesto più longevo, con 851 giorni. Iniziato nel 1976, si concentrò sul trovare un'intesa con le altre forze politiche, soprattutto con i socialisti. Nel 1978, l'esponente della Democrazia cristiana fu rapito a Roma da un commando delle Brigate Rosse. Dopo 55 giorni, verrà ritrovato senza vita nel bagagliaio di una macchina - 37 anni fa il ritrovamento di Moro, l'omaggio di Mattarella. FOTO
  • ©Getty Images
    È durato 722 giorni il secondo governo Prodi ed è diventato il settimo più lungo di sempre. Ha governato dal maggio del 2006 al maggio del 2008, quando è stato sfiduciato al Senato. Gli è subentrato Silvio Berlusconi - Referendum, Prodi: "Sento il bisogno di rendere pubblico il mio Sì"
  • ©Getty Images
    È durato un anno, 11 mesi e 20 giorni il settimo governo di Alcide De Gasperi, storica guida della Democrazia Cristiana che diventò presidente del Consiglio per la prima volta nel 1945. Il suo settimo governo (luglio 1951 - luglio 1953), è l'ottavo della Repubblica per lunghezza. De Gasperi tornerà alla guida del Paese, ma la nuova esperienza politica durerà solo 32 giorni e sarà la sua ultima. Nella foto, De Gasperi con Winston Churchill - Lo speciale sul referendum
  • ©AP/LAPRESSE
    Il governo di Antonio Segni, che è iniziato nel 1955 ed è terminato nel 1957, è durato 684 giorni ed è il nono per longevità. Segni, esponente della Dc, è stato al governo anche per un secondo mandato, nel 1959. Poi, nel 1962, è diventato Presidente della Repubblica, ma solo per due anni e mezzo perché, dopo una trombosi celebrale, si dimise. Nella foto, Segni a un comizio torinese del 1956 - Renzi:"Ho perso, mi dimetto"
  • ©Getty Images
    Con i suoi 629 giorni, il sesto governo di Giulio Andreotti (luglio 1989 - aprile 1991) chiude la classifica delle dieci legislature più lunghe della storia repubblicana. Andreotti è stato sette volte presidente del Consiglio e 27 volte ministro. Dopo la caduta del suo sesto governo, iniziò subito il suo ultimo mandato che si concluse il 18 giugno 1992. Nella foto, Andreotti a Mosca con Mikhail Gorbachev, l'allora presidente Urss, nel 1991 - È morto Giulio Andreotti, aveva 94 anni