Referendum, i vip si schierano: chi è per il Sì e chi per il No. FOTO

Tanti i volti dello spettacolo che hanno espresso la propria opinione in vista del voto del 4 dicembre: da Roberto Benigni a Fiorella Mannoia, da Stefania Sandrelli a Toni Servillo. FOTOGALLERY - SKY WALLSPECIALE

  • Il referendum costituzionale del 4 dicembre si avvicina e a schierarsi per il Sì o per il No sono anche i personaggi del mondo dello spettacolo. Dagli attori ai cantanti, dagli scrittori ai premi Nobel, sono stati già in tanti a metterci la faccia. Tra i favorevoli alla riforma Roberto Benigni, Flavio Briatore, Oliviero Toscani e Paolo Sorrentino. Tra i contrari diversi esponenti del panorama musicale tra cui Fiorella Mannoia, e Giorgia, insieme a Sabrina Ferilli, Alba Parietti e Andrea Camilleri - Referendum, cosa votano i vip. VIDEO
  • ©Getty Images
    "La mia vita parla chiaro: non sono mai salita sul carro dei vincitori, ma sul grande tema del referendum costituzionale dico che non andrebbe perso tempo". L’attrice Stefania Sandrelli non ha dubbi, voterà sì: "Cerchiamo di fidarci del meno peggio, di quello che ha comunque fatto qualcosa. Quella del referendum una occasione che non dobbiamo perdere" - Referendum, comitato del No: ricorso se vince Sì con voto estero
  • ©Getty Images
    Si è detta invece contraria Lucrezia Lante della Rovere, attrice pluripremiata diretta da registi come Mario Monicelli e Pupi Avati - Verso il referendum, Renzi: "Un'accozzaglia contro di me"
  • ©Getty Images
    Per il No è anche l’attore Toni Servillo, protagonista del film premio Oscar “La grande bellezza”, che voterà in modo opposto al regista che l’ha diretto, Paolo Sorrentino - Grillo: oltre la dittatura. Renzi: accuse false come le firme del M5S
  • ©Getty Images
    Il premio Oscar Roberto Benigni invece va con Renzi: “La vittoria del no al referendum costituzionale sarebbe peggio della Brexit. Se vince il no il giorno dopo ti immagini? Il morale va a terra. I costituenti stessi hanno auspicato di riformarla la seconda parte, poi c'è la maniera di migliorarla ma se non si parte... Non è come qualcuno dice, che la riformeremo dopo. No, non accadrà mai più” - Referendum, cosa votano i vip. VIDEO
  • ©Getty Images
    “Al referendum voterò no, voglio bene a questo Paese, guardo avanti, ho memoria e voto no”. È categorica nella sua scelta l’attrice Sabrina Ferilli, che sostiene che “è una questione di memoria. Anche smantellare i piccoli partiti, che sono la democrazia, con il pretesto che così è più veloce legiferare o è più facile la macchina amministrativa, non è una sciocchezza, è una resa. C'è bisogno della dittatura per sollevarsi dalla burocrazia che assilla il Paese? Beh, così sono capaci tutti quanti” - Referendum, comitato del No: ricorso se vince Sì con voto estero
  • ©Getty Images
    Con il Sì si schiera anche Luca Zingaretti, protagonista della serie tv “Il commissario Montalbano”, tratta dai romanzi di Andrea Camilleri. Il quale invece voterà No - Verso il referendum, Renzi: "Un'accozzaglia contro di me"
  • ©Getty Images
    Per il Sì è anche il regista premio Oscar Paolo Sorrentino, che ha accompagnato il premier nella visita ufficiale alla Casa Bianca lo scorso 18 ottobre - Grillo: oltre la dittatura. Renzi: accuse false come le firme del M5S
  • ©Getty Images
    “Da un lato mi ripugna e dall’altro mi spaventa”, ha affermato la showgirl Alba Parietti parlando della riforma costituzionale. Il suo No sarà dettato dal dubbio che il testo, combinato all’Italicum, finisca per mandare un uomo solo al potere: “Può capitarci un santo, d’accordo. Ma se ci finisce un demonio?” - Referendum, cosa votano i vip. VIDEO
  • ©Kikapress.com
    Tra i protagonisti del piccolo schermo che si sono schierati anche Alessandro Cecchi Paone. Il giornalista e conduttore televisivo voterà Sì - Referendum, comitato del No: ricorso se vince Sì con voto estero
  • ©Kikapress.com
    Favorevole alla riforma costituzionale anche la conduttrice di “Kilimangiaro - Tutte le facce del mondo” Camila Raznovich - Verso il referendum, Renzi: "Un'accozzaglia contro di me"
  • ©Getty Images
    In linea con i suoi colleghi del piccolo schermo anche Natasha Stefanenko. La conduttrice, attrice e modella il 4 dicembre voterà Sì: “Voglio uno Stato più veloce nel fare leggi” - Grillo: oltre la dittatura. Renzi: accuse false come le firme del M5S
  • ©Getty Images
    Diversi esponenti del mondo della musica hanno deciso che alle urne segneranno una croce sul No. Tra loro anche la cantante Fiorella Mannoia, che su Facebook ha scritto: “Io voto NO perché non sono all’altezza di capire 47 punti della costituzione che vengono cambiati e non ho capito come. Voto NO perché non mi bevo il fatto che si snellisce la votazione di una legge, quando le hanno votate in tre giorni quando gli ha fatto comodo” - Referendum, cosa votano i vip. VIDEO
  • ©Getty Images
    Contrario alla riforma anche Piero Pelù, leader dei Litfiba: “Voto No per toglierci di torno Renzi e i suoi scagnozzi” - Referendum, comitato del No: ricorso se vince Sì con voto estero
  • ©Kikapress.com
    “Voterò No perché non credo sia il giusto cambiamento di cui abbiamo bisogno. Ci sono altre priorità - ha dichiarato la cantante Giorgia - E poi, io vorrei votare il capo di governo, vorrei mettere quella crocetta sul nome. Ci sono troppi interessi mescolati e se non si cambia direzione non andremo da nessuna parte” - Verso il referendum, Renzi: "Un'accozzaglia contro di me"
  • ©Getty Images
    Contrario anche lo scrittore Erri De Luca: “Non ho nessun vantaggio da ottenere, solo la difesa di quel nobile pezzo di Carta” - Grillo: oltre la dittatura. Renzi: accuse false come le firme del M5S
  • ©Getty Images
    “Pur di votare mi sottoporrò a due visite oculistiche, obbligatorie per entrare nella cabina elettorale accompagnato - ha dichiarato Andrea Camilleri, autore dei romanzi del Commissario Montalbano schierato per il No - Io le riforme le voglio: il Senato deve controllare la Camera, non esserne il doppione. Ma questa riforma è pasticciata. E non ci consente di scegliere i nostri rappresentanti” - Referendum, cosa votano i vip. VIDEO
  • ©Getty Images
    Tra gli imprenditori a farsi avanti c’è Flavio Briatore, che ha condiviso un messaggio a supporto del Sì: “Vorrei ricordarvi che il 4 dicembre in Italia si vota per il referendum. Anche chi è residente all’estero, come molti di noi, riceverà per posta la scheda elettorale. Ragazzi, è molto importante votare perché è in ballo il futuro del nostro Paese e quello di ciascuno di noi. Per me è fondamentale votare SI, perché l’Italia possa andare avanti, mentre chi vota No è per un’Italia che va indietro. Conto su di voi” - Referendum, comitato del No: ricorso se vince Sì con voto estero
  • ©Kikapress.com
    “Ciò che non mi fa amare questa riforma è che sa tutto di puzzle strategico politico, tutto il contrario di come dovrebbe essere una riforma della Costituzione. Io da liberale, sono disorientata - ha dichiarato l’avvocatessa ed ex suocera di Raoul Bova Annamaria Bernardini De Pace - Siamo di fronte a un’iniziativa messa a punto da una formazione governativa e non parlamentare, espressione solo di una parte politica, mentre la Costituzione deve esprimere il pensiero e il sentimento di tutto un popolo. Questa imposizione dall’alto non mi sembra né leale, né rispettosa, mi sembra un’imposizione dittatoriale” - Verso il referendum, Renzi: "Un'accozzaglia contro di me"
  • ©Getty Images
    Dalla parte di Renzi invece anche lo scrittore, opinionista e giornalista Giampiero Mughini che, pur essendosi dichiarato molto critico sulla bagarre che si è venuta a creare intorno al voto, ha comunque detto che voterà Sì - Grillo: oltre la dittatura. Renzi: accuse false come le firme del M5S