Gli 80 anni di Silvio Berlusconi: LA FOTOSTORIA

Premier per 4 volte, parlamentare in 6 legislature, nonno, presidente onorario del Milan: l'ex Cavaliere è nato il 29 settembre 1936. Dalla politica alla vita privata, ecco il racconto di uno dei protagonisti della storia recente italiana. FOTO - VIDEO

  • ©Getty Images
    Silvio Berlusconi compie 80 anni: l’ex premier, ex senatore, ex Cavaliere, presidente onorario del Milan, è nato a Milano il 29 settembre 1936. Dalla carriera politica alle vicende giudiziarie, passando per le donne, la famiglia, lo sport, la tv, gli scandali: ecco la fotostory di uno dei protagonisti della storia recente italiana – Tutte le notizie su Silvio Berlusconi
  • ©Fotogramma
    L'INFANZIA. Berlusconi è nato sotto il segno della Bilancia in una casa al numero 60 di via Volturno a Milano, davanti a una sede del Pci. Ha trascorso l’infanzia nel Basso Varesotto, prima a Saronno (le foto provengono da una mostra organizzata nel paese) e poi a Lomazzo. Primogenito di una famiglia della piccola borghesia milanese, ha un fratello (Paolo) e una sorella (Maria Antonietta) deceduta nel 2009. Il padre Luigi lavorava alla Banca Rasini, la madre Rosa aveva lavorato come segretaria alla Pirelli prima di diventare casalinga – Referendum: vertice Berlusconi, Salvini e Meloni per il No
  • GLI STUDI. Dopo la maturità classica al liceo salesiano Sant'Ambrogio di Milano (foto del quinto ginnasio, anno 1951-1952), Berlusconi si è iscritto alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università Statale. Nel 1961 si è laureato con lode: il suo relatore era il professor Remo Franceschelli, la sua tesi in diritto commerciale s’intitolava “Il contratto di pubblicità per inserzione” (premiata anche dall’agenzia pubblicitaria Manzoni). Nel 1991 ha ricevuto la laurea honoris causa in Ingegneria gestionale dall’Università della Calabria – Berlusconi dimesso dall'ospedale: "È stata una prova molto dolorosa"
  • LA VITA PRIVATA. Berlusconi è stato sposato due volte. Nel 1965 le nozze con Carla Elvira Lucia Dall'Oglio (foto in alto), da cui ha avuto due figli: Maria Elvira detta Marina nel 1966 e Pier Silvio nel 1969. Negli anni Ottanta conosce al Teatro Manzoni di Milano l’attrice Veronica Lario, nome d'arte di Miriam Bartolini: nel 1985 divorzia dalla prima moglie e ufficializza il rapporto con Veronica (foto in basso). Il secondo matrimonio arriva nel 1990, dopo la nascita di tre figli: Barbara (1984), Eleonora (1986) e Luigi (1988). Nel 2009 (dopo il caso Noemi Letizia) Lario annuncia di voler chiedere la separazione, che arriva nel 2012. Nel 2015, in sede di divorzio, il tribunale decide che Berlusconi deve versarle un assegno di mantenimento di 1 milione e 400mila euro al mese – Berlusconi, assegno mensile dimezzato per Veronica Lario
  • LA COMPAGNA. Attualmente Berlusconi è fidanzato con Francesca Pascale, 31enne di Napoli. La relazione è stata resa ufficiale nel 2012, anche se già nel 2011 l’ex premier aveva rivelato di avere una compagna (nella foto del 2014, la coppia è con i cani Dudù e Dudina) – Berlusconi operato al cuore. Pascale in lacrime. Letta: “Tutto bene”
  • I NIPOTI. I 5 figli di Berlusconi gli hanno dato 9 nipoti. Il decimo arriverà tra poche settimane, quando Barbara darà alla luce il suo terzogenito. “Cinque figli e dieci nipoti fanno un patriarca. E io questo mi sento”, ha detto l’ex premier in un’intervista a “Chi”. Sul futuro ha aggiunto: “Dedicherò più tempo alle persone a cui voglio bene”. Per i suoi 80 anni niente festeggiamenti in grande, ma una cena con tutta la famiglia – Milano, amici e parenti fanno visita a Berlusconi. FOTO
  • ©LaPresse
    I PROBLEMI DI SALUTE. Berlusconi, nel giugno scorso, è stato sottoposto ad un intervento al cuore che lo ha costretto ad un lungo periodo di riabilitazione post operatorio (nella foto, all’uscita dall’ospedale). "Nella mia vita – ha detto a “Chi” – non ho mai pensato all'età. Al contrario, ho sempre vissuto come se avessi quarant'anni. Poi, improvvisa, è arrivata la malattia. E con l'operazione che ho subito è arrivata forte la consapevolezza che sono un uomo di ottant'anni" – Berlusconi operato al cuore. Zangrillo: "Siamo cauti ma fiduciosi"
  • ©LaPresse
    PRIMI PASSI NEGLI AFFARI: L'EDILIZIA. Dopo lavori saltuari come barista, fotografo, venditore di scope elettriche, cantante e intrattenitore sulle navi da crociera, Berlusconi muove i primi passi nell’edilizia. La sua prima società, fondata nel ’61, si chiama “Cantieri Riuniti Milanesi Srl”. Poi arrivano le altre società edilizie e, negli anni Settanta, uno dei progetti più importanti: il quartiere residenziale Milano Due a Segrate (foto del 1980) – Silvio Berlusconi, tutte le notizie
  • L'IMPERO EDITORIALE. Dopo l’edilizia, Berlusconi allarga il suo giro d’affari alla comunicazione. Alla fine degli anni ’70 rileva Telemilano, che qualche anno dopo diventa Canale 5 (nella foto, è con Mike Bongiorno). Nel 1982 arriva Italia 1 e nel 1984 Rete 4. Fininvest, nata nel 1978, è la holding che coordina tutte le attività. Nel 1993 nasce la società di produzione multimediale Mediaset – I funerali di Stato di Mike Bongiorno. FOTO
  • NON SOLO TV. Berlusconi, sin dagli anni Ottanta, ha investito anche nella stampa periodica. Il salto di qualità nel 1990, quando acquista la maggioranza azionaria di Mondadori (che nel 2015 ha acquisito Rcs Libri e nel 2016 Banzai Media), di Einaudi e di altre case editrici minori. Fa parte del gruppo Mediaset anche “Medusa Film”. Tra gli altri “acquisti” di Berlusconi anche Standa, gruppo venduto nel 1998. Il gruppo Fininvest è presente anche nel settore delle assicurazioni e della vendita di prodotti finanziari (foto del 1995) – Editoria, Mondadori compra Rcs Libri per 127,5 milioni
  • IL MILAN. Appassionato di sport, Berlusconi ha comprato il Milan nel 1986. Prima presidente, poi presidente onorario, il club sotto la sua gestione ha vinto tra l’altro 8 scudetti e 5 Champions League (nella foto, quella del 2007), per un totale di 28 trofei ufficiali in 30 anni. La scorsa estate l’ex premier ha annunciato la cessione a una cordata cinese. A “Chi” ha dichiarato: “Se negli ultimi anni il Milan non è stato come prima è solo perché non ho avuto più tempo per occuparmene personalmente” – Milan, Berlusconi vende ai cinesi
  • IN POLITICA. Berlusconi scende in campo nei primi anni Novanta. Fonda il partito di centrodestra Forza Italia, confluito nel 2008 ne Il Popolo della Libertà (annuncio arrivato dal predellino di un’auto in piazza San Babila a Milano) e poi rifondato nel 2013. Nel 1994 va in onda in tv la famosa dichiarazione che segna l’avvio della sua carriera politica (nella foto): “L'Italia è il Paese che amo. […] Ho scelto di scendere in campo, e di occuparmi della cosa pubblica, perché non voglio vivere in un Paese illiberale governato da forze immature e da uomini legati a doppio filo a un passato politicamente ed economicamente fallimentare” – Berlusconi, 1994-2013: messaggi a confronto. La word cloud
  • I 4 GOVERNI. Forza Italia, in corsa con la Lega al Nord e con l’Msi nel resto d’Italia, vince le elezioni del marzo 1994. Il Berlusconi I ha vita breve: a dicembre Bossi ritira il suo appoggio. Il secondo mandato è del 2001: Berlusconi, che firma in diretta tv il “Contratto con gli italiani”, è il leader della Casa delle Libertà. Nell’aprile del 2005 l’esecutivo è in crisi e dopo delle rapide dimissioni viene varato il Berlusconi III. Il Berlusconi IV dura dal 2008 al novembre 2011, quando gli succede il governo “tecnico” di Monti. Quando non è premier, Berlusconi guida l’opposizione (nella foto, i 4 giuramenti da premier) – Tutto il Berlusconi IV: i 1.283 giorni del Cavaliere
  • IN PARLAMENTO. La carriera di Berlusconi in Parlamento è lunga 20 anni. Viene eletto per la prima volta alla Camera nel marzo 1994 e poi confermato nelle successive 4 legislature. Nel febbraio 2013, nella XVII legislatura, è eletto a Palazzo Madama: dopo la condanna definitiva nel processo Mediaset e l’interdizione dai pubblici uffici per 2 anni, Berlusconi decade da senatore a novembre (nella foto, la prima volta in aula da senatore) – Silvio Berlusconi, vent’anni in Parlamento. Le foto
  • ©LaPresse
    L'EX CAVALIERE. Nel marzo 2014 Berlusconi si autosospende dalla carica di Cavaliere del Lavoro. L’onorificenza gli era stata conferita nel 1977 dal presidente della Repubblica Giovanni Leone per la sua attività nel campo dell’edilizia. Il soprannome “il Cavaliere” gli era stato dato dal giornalista Gianni Brera – Berlusconi si autosospende da Cavaliere
  • LE VICENDE GIUDIZIARIE. Sono oltre 30 i procedimenti giudiziari a carico di Berlusconi. Alcuni sono ancora in corso, altri si sono conclusi con assoluzione, prescrizione o depenalizzazione dei reati contestati. Solo in un caso è stato condannato in via definitiva: il primo agosto 2013 la Cassazione gli ha inflitto 4 anni di reclusione (di cui 3 condonati per indulto) per frode fiscale nel processo Mediaset. Ha scontato la pena con l'affidamento in prova ai servizi sociali per un anno in una casa di riposo per anziani. Gli è stata inflitta anche la pena accessoria di due anni di interdizione dai pubblici uffici. Nel marzo 2015 ha riacquistato la piena libertà (ma resta incandidabile fino al 2019) – Processo Mediaset, tutte le notizie
  • ©Getty Images
    IL FUTURO. Anche dopo la condanna Berlusconi non ha rinunciato alla politica (un esempio: il “patto del Nazareno” con Renzi, rotto dopo l’elezione di Mattarella). E neppure ora, a 80 anni, sembra che l’ex premier abbia intenzione di tenersi lontano dalla scena politica. Nonostante le dichiarazioni a “Chi” (“La politica non mi ha mai appassionato. Mi ha fatto solo spendere un sacco di tempo e di energie” e “Non mi viene in mente neppure un nome di un vero amico in politica”), Berlusconi è impegnato in incontri e riunioni politiche per tentare di ricompattare il centrodestra in vista del referendum e fare progetti in caso di sconfitta del “sì” – Referendum: vertice Berlusconi, Salvini e Meloni per il No
  • LE CRITICHE. Nel corso degli anni Berlusconi ha diviso opinione pubblica e intellettuali, raccogliendo consensi e critiche, contestazioni e manifestazioni di supporto. Tra le accuse che più spesso gli vengono mosse, oltre al conflitto d’interessi, c’è quella di aver approvato (o fatto approvare) leggi “ad personam”. Altre critiche dei suoi detrattori riguardano, ad esempio, dei presunti finanziamenti di origine ignota all’inizio della sua carriera edilizia, l’accusa di appartenere alla P2 o di aver avuto rapporti con la mafia (sotto accusa in particolare i rapporti con Dell’Utri e Mangano) – Silvio Berlusconi, tutte le notizie
  • LE DONNE E GLI SCANDALI. Elencare le donne che, per un motivo o un altro, sono state affiancate all’ex premier in questi anni è impossibile. Eccone alcune. Nel 2009 Berlusconi partecipa alla festa di compleanno di Noemi Letizia, 18enne di Casoria. Più tardi El Pais pubblica le foto del 2008 di alcune ragazze poco vestite a Villa Certosa (alle feste in Sardegna avrebbe partecipato anche Noemi, all’epoca minorenne). Poco dopo la escort pugliese Patrizia D’Addario rivela di aver trascorso notti a pagamento a Palazzo Grazioli. Nel 2010 arriva il caso Ruby e il bunga bunga. La lista di giovani che, in cambio di regali, favori o soldi, avrebbero partecipato ai festini è lunghissima. Ma Berlusconi ha sempre ribadito la “correttezza e l'eleganza dei comportamenti di tutti i miei invitati”, accusando “i porno giornalisti e i porno magistrati” di averlo ricoperto di calunnie – Le donne di Berlusconi: le foto
  • LE CASE. Berlusconi, uno degli uomini più ricchi d’Italia, ha diverse proprietà e case. Dagli anni Settanta al 2013, la sua residenza ufficiale è stata Villa San Martino ad Arcore (foto in alto). Poi è passata a Palazzo Grazioli a Roma (foto in basso). Dopo l’estate pare che l’ex premier abbia deciso di dismettere il contratto d’affitto romano (circa 40mila euro al mese) e ristabilirsi ad Arcore – Stefano Parisi a SkyTG24: “Io erede di Berlusconi? Lo dirà l'elettore”
  • LE AGGRESSIONI. Sono due le aggressioni subite da Berlusconi nel corso della sua carriera politica. La prima il 31 dicembre 2004 in piazza Navona, a Roma: un operaio di Mantova lo colpì con un cavalletto da macchina fotografica. La seconda il 13 dicembre 2009 dopo un comizio in piazza del Duomo, a Milano: venne colpito al viso da una riproduzione del Duomo, lanciata da distanza ravvicinata (foto) – Ferì Berlusconi nel 2009, ora Tartaglia è libero. "Non è pericoloso"
  • I VERTICI INTERNAZIONALI. Berlusconi è stato padrone di casa a Napoli per il G7 del 1994, a Genova per il G8 del 2001 e a L’Aquila per quello del 2009 (nella foto, i tre vertici). Da luglio a dicembre 2003, in quanto capo del governo italiano, è stato presidente del Consiglio europeo – Silvio Berlusconi, vent’anni in Parlamento. Le foto