Renzi, Merkel e Hollande a Ventotene: vertice per rifondare l’Europa

Al centro dell'incontro, crescita, sicurezza e lavoro per i giovani. I tre leader hanno omaggiato la tomba di uno dei 'padri' dell'Europa unita, Altiero Spinelli. Il premier italiano: "Molti hanno pensato che dopo la Brexit l'Ue fosse finita. Non è così: abbiamo voglia di scrivere il futuro"

  • ©LaPresse
    22 agosto 2016 - Vertice di Ventotene tra Matteo Renzi, Angela Merkel e Francois Hollande. "Molti hanno pensato che dopo la Brexit l'Ue fosse finita. Non è così: abbiamo voglia di scrivere il futuro", ha detto il premier italiano durante la conferenza stampa - L'articolo
  • ©LaPresse
    I leader si sono incontrati per porre le basi per il rilancio dell'Europa post-Brexit. "Abbiamo voglia di scrivere una pagina di futuro" e per questo lavoreremo per una "maggiore integrazione" nel settore della Difesa e dell'intelligence, ha spiegato Renzi. "Ma anche di questioni economiche", di "misure forti per la crescita e investimenti di qualità" - L'articolo
  • La conferenza stampa che conclude il vertice si è tenuta sull’incrociatore Portaeromobili Giuseppe Garibaldi della Marina militare, costruito nei Cantieri Navali di Monfalcone e varato il 4 giugno 1983. Hollande, nel suo intervento ha posto l'accento anche sul problema della sicurezza - L'articolo
  • Tre i dossier principali già avviati nel precedente incontro a Berlino: sicurezza e difesa, crescita e investimenti, giovani – L'articolo
  • "La Guardia costiera da sola non può controllare i confini marittimi, dobbiamo fare ancora molto. La cooperazione con la Turchia sui migranti è giusta, altrimenti non possiamo vincere la lotta con gli scafisti", ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel - L'articolo
  • Renzi in occasione del vertice ricorda che “è facile buttare addosso all'Europa tutte le colpe, le colpe di tutto. Più difficile è cercare di costruire un'Europa diversa, più attenta ai valori e meno alla grande finanza. Noi ci stiamo provando, con tutta l'energia di cui disponiamo” – L'articolo
  • Renzi, Merkel e Hollande, hanno poi reso omaggio alla tomba di uno dei 'padri' dell'Europa unita, Altiero Spinelli - L'articolo
  • Se il nome di Ventotene è legato indissolubilmente al sogno europeista lo si deve a tre detenuti politici di orientamenti diversi, che durante il confino sull'isoletta pontina, tra il 1941 e il 1944, studiarono le cause della Seconda guerra mondiale arrivando alla conclusione che nel Vecchio Continente bisognava superare gli Stati nazionali. Nacque così il 'Manifesto per l'Europa' di Altiero Spinelli, Eugenio Colorni e Ernesto Rossi – L'articolo
  • L’incrociatore Portaeromobili Giuseppe Garibaldi della Marina militare, entrata in servizio nel 1985, ha come abituale porto di assegnazione Taranto e, a partire dal 2014, è stata posta alle dipendenze organiche ed operative del neo costituito Comando del Terzo Gruppo Navale, di stanza nella base di Brindisi. Grazie alla propria versatilità d'impiego, ha svolto negli anni un ruolo fondamentale in tutte le principali missioni internazionali che hanno visto impegnata la Marina militare – L'articolo