Milano, primo consiglio comunale. Scontro sull'eleggibilità di Sala

Forza Italia presenta una mozione secondo cui il primo cittadino non poteva venire eletto. Ma l'istanza viene respinta. Davanti a Palazzo Marino hanno protestato un centinaio di manifestanti dei centri sociali e dei sindacati di base sull'emergenza abitativa. La gallery

  • ©Fotogramma
    7 luglio. Primo consiglio comunale a Milano per il neo sindaco Beppe Sala che si è insediato insieme alla sua giunta. Da parte di Forza Italia e delle opposizioni è stata presentata un'istanza di ineleggibilità per l'incarico di commissario dell'Expo di Sala, respinta però dalla segretaria generale di Palazzo Marino - Speciale elezioni
  • ©Fotogramma
    La consigliera comunale del Pd Sumaya Abdel Qader - Speciale elezioni
  • ©Fotogramma
    Stefano Parisi, il candidato del centrodestra sconfitto da Beppe Sala al ballottaggio - Speciale elezioni
  • ©Fotogramma
    Durante la prima seduta del consiglio comunale davanti a Palazzo Marino un centinaio di manifestanti dei centri sociali e dei sindacati di base ha manifestato per protestare contro l'emergenza abitativa - Speciale elezioni
  • ©Fotogramma
    Basilio Rizzo, che al primo turno era candidato per Milano in Comune, la galassia a sinistra del Pd - Speciale elezioni
  • ©Fotogramma
    Sumaya Abdel Qader parla con i due consiglieri del M5S Corrado e Bedori - Speciale elezioni
  • ©Fotogramma
    Matteo Salvini a Palazzo Marino - Speciale elezioni
  • ©Fotogramma
    Beppe Sala con l'assessore Carmela Rozza - Speciale elezioni
  • ©Fotogramma
    Silvia Sardone di Forza Italia con Mariastella Gelmini, la candidata in consiglio che ha ottenuto il maggior numero di preferenze - Speciale elezioni
  • ©Fotogramma
    Il presidio davanti a Palazzo Marino - Speciale elezioni