Ballottaggio Milano, anche i vip scendono in campo per Sala e Parisi

Da Adriano Celentano che si è schierato per il candidato del centrosinistra, a Mara Venier che sostiene quello di centrodestra: sono tanti gli attori, cantanti, imprenditori, filosofi e altri volti noti che hanno dichiarato da che parte staranno il prossimo 19 giugno. FOTO

  • Domenica 19 giugno i cittadini milanesi sono chiamati a scegliere tra il candidato del centrosinistra Beppe Sala e quello del centrodestra Stefano Parisi. A dividere i due, al primo turno, solo 5mila voti. La battaglia del ballottaggio si combatte anche a colpi di vip, con attori, cantanti, intellettuali, e altri nomi noti che si sono schierati pubblicamente – Comunali 2016, lo speciale
  • ©ANSA
    Un appello a favore di Beppe Sala è stato firmato da 222 personalità appartenenti a diversi settori: imprenditori, docenti universitari, esponenti del mondo dello spettacolo e della cultura, dirigenti d’azienda, ecc… Tra loro il regista premio Oscar Gabriele Salvatores, il filosofo Salvatore Veca (presidente della Casa della Cultura di Milano), l'attrice e scrittrice Lella Costa e il cantautore Eugenio Finardi – L'appello dei vip per Sala
  • ©ANSA
    Ha la sua schiera di nomi e volti noti, forse un po’ meno folta, anche il candidato del centrodestra. Tra questi c’è Belen Rodriguez: nel suo locale, lo storico ristorante Ricci, Stefano Parisi ha incontrato gli elettori per un aperitivo – Comunali 2016, lo speciale
  • ©Fotogramma
    L’appello per Sala s’intitola “La città della cultura e della conoscenza: Milano con Beppe Sala”. “Negli ultimi 5 anni – si legge – la cultura è tornata ad essere forza trainante per la città: ne ha alimentato il dibattito pubblico e incrementato il patrimonio cognitivo, ha creato sviluppo sociale e attratto risorse economiche, ha favorito dialogo, crescita e tolleranza. Grazie a questo impulso Milano si è risvegliata città inclusiva, innovativa e internazionale; ora Beppe Sala può realizzare pienamente questa vocazione, con un programma nato da un confronto aperto con una pluralità di voci e di interlocutori del mondo della produzione culturale e del pensiero creativo”. Tra i firmatari anche l'artista e scrittore Emilio Isgrò, l'attrice Cristiana Capotondi, il regista Elio De Capitani – Comunali 2016, tutte le notizie
  • ©ANSA
    Schierati con Parisi, invece, Giorgio Armani e Ornella Vanoni – Comunali 2016, dalla campagna elettorale al voto: tutte le foto
  • ©Fotogramma
    Hanno firmato per Sala anche gli scrittori Giuseppe Genna e Carmen Covito, il filosofo Giulio Giorello e il regista Silvio Soldini (nella foto, gli ultimi due) – Comunali 2016: come e dove si vota per i ballottaggi
  • ©ANSA
    Ci sono due intellettuali anche a sostegno di Parisi: sono il filosofo Stefano Zecchi e il sociologo Francesco Alberoni – Ballottaggi Roma-Milano, ecco i libri preferiti dei candidati
  • ©ANSA
    A sostegno di Sala si è espresso, un po’ a sorpresa viste le critiche che di recente ha mosso a Pisapia e Renzi, anche Adriano Celentano. In un’intervista a “Il Fatto Quotidiano”, il cantante ha detto: “Può essere davvero un buon sindaco”. E ha aggiunto: “A me non dispiace anche per come ha condotto con successo l’Expo” – Ballottaggio Milano, su Sky TG24 il confronto Parisi-Sala
  • ©ANSA
    Cita l’Expo, ma in senso opposto a Celentano, Dario Fo. Il premio Nobel ha ricordato le polemiche sui conti dell’Esposizione universale e ha detto che, pur di non votare Sala, è tentato di votare Parisi. “Tra Sala e Parisi non so chi voterò, sono molto perplesso. Per paradosso, la voglia è addirittura di andare a votare per la destra pur di levare di mezzo uno che ha fatto tutta la campagna senza dire come ha speso i soldi, come ha realizzato l'Expo, com’ è il debito e quanto si è perduto”, ha dichiarato Fo – Comunali 2016: come e dove si vota per i ballottaggi
  • ©Fotogramma
    Per Sala sono state aperte anche due pagine Facebook, “Io sto con Sala” e “Io non sto con Parisi”. Tra gli altri, ci hanno messo la faccia il giornalista Gad Lerner, Alessandra Kustermann (primario alla clinica Mangiagalli e una delle ginecologhe più note in città), Fiorenzo Galli (direttore del museo nazionale della scienza e della tecnologia), Alberto Veronesi (direttore d’orchestra), don Virginio Colmegna e don Gino Rigoldi – Ballottaggi Roma-Milano, ecco i libri preferiti dei candidati
  • ©Getty Images
    Ha reso pubblico su Twitter il suo voto per Parisi Albertina Marzotto, giornalista ed esperta di moda. Il candidato del centrodestra è ben visto anche da Umberto Smaila – I risultati del primo turno a Milano
  • ©ANSA
    Hanno dato il loro sostegno a Sala, anche con un video, i conduttori tv Costantino della Gherardesca (“Credo nella Milano della speranza”), Victoria Cabello e Nicola Savino, il cuoco stellato Davide Oldani e il comico Enrico Bertolino – Il video per Sala
  • ©Fotogramma
    Tifa Parisi Mara Venier, madrina della chiusura della sua campagna elettorale – Comunali: si va al ballottaggio a Roma, Milano, Napoli e Torino. FOTO
  • ©ANSA
    Alla chiusura della campagna elettorale di Sala partecipano, invece, i cantanti Francesca Michielin, Nesli, Omar Pedrini, Max Pezzali, Roberto Vecchioni e Morgan – Milano, ultime scintille tra Parisi e Sala prima del ballottaggio
  • ©Fotogramma
    Tra i volti noti che sostengono Parisi ci sono anche la showgirl Simona Tagli e l’ex calciatore Daniele Massaro: entrambi si erano candidati a sostegno dell’aspirante sindaco, ma hanno raccolto poche preferenze – I vip non convincono: 31 preferenze per Simona Tagli, 384 per Massaro
  • ©ANSA
    Appoggiano Sala, invece, anche il comico Teo Teocoli e l’ex calciatore del Milan Demetrio Albertini – Sicurezza e migranti, a Sky TG24 scintille tra Sala e Parisi. Video
  • ©Fotogramma
    Si era candidato nelle liste a sostegno di Parisi, e quindi tifa per lui, anche l’ex rettore del Politecnico Adriano De Maio – Milano, ultime scintille tra Parisi e Sala prima del ballottaggio
  • ©ANSA
    Un endorsement al candidato del centrosinistra è arrivato, poi, dall’oncologo Umberto Veronesi. “Credo di poter affermare che Sala è la persona che oggi può garantire al meglio un futuro di benessere ai milanesi”, ha dichiarato – Comunali 2016, lo speciale
  • ©Fotogramma
    Con Parisi si sono schierati anche l’opinionista e conduttore Paolo Del Debbio e l’ex vicepresidente di Confindustria, Alberto Bombassei. “Conosco bene Stefano, è una persona di qualità assoluta. Non ho dubbi che sarebbe una straordinaria opportunità per la città, farà benissimo il sindaco”, ha detto Bombassei – Comunali 2016, lo speciale
  • ©Fotogramma
    Dalla parte di Parisi anche Iva Zanicchi e Philippe Daverio – Comunali 2016, dalla campagna elettorale al voto: tutte le foto
  • ©ANSA
    Nomi noti sono stati annunciati anche nella squadra che, se vincerà il ballottaggio, affiancherà Sala a Palazzo Marino. Umberto Ambrosoli, ad esempio, sarebbe assessore. Emma Bonino non entrerebbe in giunta, ma lo consiglierebbe sulle questioni di politica estera e immigrazione. All’ex pm di Mani Pulite Gherardo Colombo, poi, verrebbe affidato un Comitato per la trasparenza e la legalità – Le mappe elettorali
  • ©Fotogramma
    Discorso diverso per Linus, direttore artistico di Radio Deejay. Sala l’ha contattato per un eventuale ruolo da assessore, ma lui ha rifiutato. “Non penso di poter fare l'assessore, è un impegno serio e quotidiano che si sovrapporrebbe al mio in radio, ma mi piacerebbe dare una mano”, ha detto Linus, che ha assicurato comunque il suo “sostegno esterno” al candidato del centrosinistra – Ballottaggio Milano 2016, tutte le notizie
  • ©ANSA
    Parisi non ha fatto nomi sulla squadra che, in caso di vittoria, l’affiancherà. “Non uso nomi a fini elettorali per evitare di tirare su bandiere e strumentalizzare le persone. Io indicherò la mia squadra ed eventuali collaboratori di questo tipo dopo le elezioni”, ha detto. Su un nome fatto da Matteo Salvini, però, si è detto d’accordo: “Enrico Ruggeri (nella foto, ndr) è una persona di una grande intelligenza. Potrebbe darci una mano, se lo vorrà, per realizzare un progetto che mi sta a cuore, la città della musica”. A chi gli fa notare che Sala ha ricevuto molti consensi vip, Parisi ha ribattuto: “Noi abbiamo l’endorsement della gente, del popolo e così si vincono le elezioni” – Il sito di Stefano Parisi