Comunali: si va al ballottaggio a Roma, Milano, Napoli e Torino. FOTO

Tutte le grandi città al voto nel primo turno delle amministrative avranno bisogno di tornare alle urne il 19 giugno per decidere il nuovo sindaco. Nella Capitale sarà sfida Raggi-Giachetti mentre nel capoluogo lombardo è testa a testa tra Sala e Parisi. LIVEBLOG - LO SPECIALE

  • Sarà il turno di ballottaggio, il 19 giugno, a decidere da chi saranno governate Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna, le grandi città al voto per il primo turno delle elezioni comunali - Liveblog: tutti gli aggiornamenti
  • A Roma sarà sfida tra la candidata del M5s Virginia Raggi, che si attesta al 35,3%, contro il 24,7% dell'aspirante sindaco Pd Roberto Giachetti - La scheda elettorale di Roma
  • Esclusi i due candidati del centrodestra, Giorgia Meloni (Fratelli d'Italia e Lega Nord) e Alfio Marchini (indipendente ma sostenuto da Forza Italia), raccolgono rispettivamente il 20,7% e il 10,9%. Si ferma al 4,4% Stefano Fassina, candidato di una coalizione di sinistra - La scheda elettorale di Roma
  • A Milano il primo turno è finito con il sostanziale pareggio tra Giuseppe Sala, candidato del centrosinistra (41,6%) , e Stefano Parisi, sostenuto dal centrodestra unito (40,8%). Sono loro due che si sfideranno al ballottaggio tra due settimane - La scheda elettorale di Milano
  • Esclusi dal ballottaggio a Milano il candidato del M5s Gianluca Corrado che ha raccolto il 10% dei voti, mentre Basilio Rizzo (Sinistra italiana) si ferma al 3,5% e Marco Cappato (Radicali) prende l’1,8% - La mappa elettorale di Milano
  • A Napoli il Pd non arriva neanche al ballottaggio: ci andranno il sindaco uscente Luigi De Magistris, della sinistra radicale, che prende il 42,3%, e il candidato del centrodestra Gianni Lettieri, che è arrivato al 24% - La mappa elettorale di Napoli
  • Esclusi dal ballottaggio nel capoluogo campano la democratica Valeria Valente che ha preso il 21,56% e il M5s con Matteo Brambilla che si è fermato al 9,8% - La scheda elettorale di Napoli
  • A Torino il sindaco uscente del Pd Piero Fassino non ce la fa a vincere al primo turno e si ferma al 41,8%, contro il 30,8% della candidata M5s Chiara Appendino, che sarà la sua sfidante al ballottaggio - La scheda elettorale di Torino
  • A Bologna sarà ballottaggio tra il primo cittadino uscente del Pd, Virginio Merola, che ha raccolto oltre il 39% dei voti. Se la vedrà con Lucia Borgonzoni, candidata leghista sostenuta dal centrodestra unito, che ha chiuso il primo turno con il 22,2% delle preferenze. Il candidato del M5s Bugani si è fermato al 16,7% - La scheda elettorale di Bologna
  • ©ANSA
    Cagliari è l’unico capoluogo regionale che elegge il sindaco al primo turno. Si tratta di Massimo Zedda, candidato del centrosinistra, che viene riconfermato come primo cittadino con circa il 51% dei voti. Si ferma al 32% lo sfidante Massidda - La scheda elettorale di Cagliari
  • ©ANSA
    Altro capoluogo assegnato al primo turno è Rimini, dove Andrea Gnassi, sindaco uscente del Partito Democratico, qui con il primo ministro Matteo Renzi, governerà anche per i prossimi 5 anni. Ha ottenuto il 57% dei voti, lasciando intorno al 25%, il candidato del centrodestra Marzio Pecci - Da Roma a Milano, candidati sindaci e politici alle urne. FOTO
  • ©ANSA
    Il candidato sindaco del centrodestra a Cosenza Mario Occhiuto, primo cittadino uscente, si avvia al secondo mandato consecutivo. Ha ottenuto il 59% dei voti. Molto distanti gli avversari: Carlo Guccione, consigliere regionale e candidato del centrosinistra, si è fermato intorno al 19% - La scheda elettorale di Cosenza