Le opposizioni contro la "buona scuola di Renzi". Foto

Il ddl è legge, tra le proteste. Alla Camera, Sel espone cartelli con i colori della bandiera greca e la scritta "Oxi". "Giù le mani dai bambini" è lo slogan della Lega, mentre il M5s inscena una lettura di alcuni articoli della Costituzione. SPECIALE
  • Sel protesta alla Camera durante le dichiarazioni di voto finali sulla riforma della scuola. I cartelli di Sel hanno la scritta in grande 'OXI', ovvero 'no' in greco - Scuola, la riforma è legge. Ecco cosa cambierà
  • Protesta in Aula: Sel espone cartelli con la bandiera greca - bianco e blu - e la scritta 'Oxi alla 'buona scuola' di Renzi' Speciale scuola
  • Sel espone nell'Aula della Camera i suoi cartelli durante le dichiarazioni di voto finali sulla riforma della scuola - 5 giugno è arrivato il sì dal Senato
  • I cartelli di Sel hanno la scritta in grande 'OXI', ovvero 'no' in greco, lo stesso no che ha prevalso al referendum del 5 luglio - Scuola, lo speciale
  • Protesta con cartelli della Lega nell'Aula della Camera durante le dichiarazioni di voto sulla riforma della scuola - Scuola, ecco cosa cambierà
  • I deputati del Carroccio hanno esposto cartelli con la scritta "giù le mani dai bambini". Il ddl scuola è legge
  • Una lettura in coro degli articoli 3, 33 e 34 della Costituzione. Così, nel corso delle dichiarazioni di voto finali, i deputati del Movimento 5 stelle, tutti in piedi, hanno protestato contro la riforma della scuola - Scuola, ecco cosa cambierà
  • I 5 stelle sono stati poi invitati a interrompere la protesta dal presidente di turno dell'aula, Roberto Giachetti - Scuola, lo speciale
  • L'Aula della Camera ha definitivamente approvato la riforma della scuola, che è legge. Hanno votato a favore 277 deputati, 173 contro. In quattro si sono astenuti, (nella foto lo striscione di protesta di Fratelli d'Italia) - Ecco cosa cambierà
  • Una copia di ''Ho ucciso un pricipio'' (di Paolo Pasi) sopra un banco alla Camera durante voto finale sulla ''Riforma della scuola'' - Scuola, la riforma è legge. Ecco cosa cambierà
  • Sono 5 gli esponenti della minoranza Pd che hanno votato contro la riforma della Scuola. 24, invece, le assenze 'non giustificate', ovvero i deputatid del Pd che al momento del voto finale non erano in Aula - Scuola, la riforma è legge. Ecco cosa cambierà