Regionali, in Liguria destra e sinistra divise al voto. FOTO

Due liste di centro-destra, 3 di sinistra e centro-sinistra più i 5 Stelle. La contesa elettorale più incerta sembra quella lungo la Riviera. E il voto si è trasformato in un referendum sul presidente uscente Burlando. LO SPECIALE - L'INFOGRAFICA
  • Il 31 maggio prossimo si vota anche per eleggere il presidente della Regione Liguria. Destra e sinistra si presentano al voto divise al proprio interno. E i 5 Stelle sperano di approfittarne - Amministrative, se i partiti si scambiano i candidati
  • Il Pd si presenta con Raffaella Pita, attuale assessore alla Protezione Civile, candidata del Pd dopo avere battuto Sergio Cofferati alle primarie (il cui risultato è però stato contestato dall'ex capo della Cgil) Primarie Pd, vince Paita tra le polemiche
  • A sfidare la Paita è Giovanni Toti, europarlamentare e consigliere politico di Forza Italia residente a Bocca di Magra in provincia di La Spezia - Regionali 2015, c'è l'intesa tra FI e Lega
  • Toti spera di ricevere un aiuto (involontario) da Luca Pastorino. Eletto in parlamento con il Pd e uscito dal partito dopo le primarie, Pastorino ha messo in piedi una sua lista sostenuta dalle forze di sinistra - Governo Renzi, tutte le foto
  • Anche la destra si presenta divisa al voto. Tra i candidati infatti c'è anche Enrico Musso, già parlamentare del Popolo delle Libertà, due volte candidato alla poltrona di sindaco di Genova (la prima per il Pdl, la seconda in proprio) - Elezioni, 7 regioni al voto a fine maggio: gli schieramenti
  • Delle divisioni interne dei due schieramenti spera di approfittare Alice Salvatore, 32enne aspirante broker marittimo, candidata del Movimento 5 Stelle - Elezioni, 7 regioni al voto a fine maggio: gli schieramenti
  • Claudio Burlando, presidente uscente, non è candidato ma il dibattito pubblico e la campagna elettorale stanno trasformando la contesa in un referendum sul suo operato negli ultimi 10 anni e su quello che viene definito il suo “sistema di potere” - Lega Nord, dall'era Bossi all'ascesa di Salvini
  • Il fatto che l'attenzione degli elettori sia su Claudio Burlando potrebbe non beneficiare Raffaella Paita, assessore nella giunta regionale, e considerata una “delfina” del governatore - Regionali: indagata Paita, candidata del Pd in Liguria
  • Paita ha il sostegno di Renzi, che ha promesso di impegnarsi a suo favore in campagna elettorale. Gli ultimi sondaggi danno l'assessore alla protezione civile della Regione Liguria favorita: sarebbe intenzionato a votare per lei il 32-36% degli elettori - Genova, tornano gli “angeli del fango”
  • A complicare la corsa di Paita c'è l'avviso di garanzia che le è stato notificato nell'ambito dell'indagine sull'alluvione a Genova dello scorso ottobre. E' indagata per omissione di atti d’ufficio, concorso in disastro colposo e omicidio colposo - Agrigento, lo scambio di candidati
  • L'avversario più pericoloso per la Paita è Giovanni Toti, candidato di Forza Italia. I sondaggi gli attribuiscono un consenso tra il 27% e il 31% - Camera, Italicum ok, opposizioni fuori
  • Toti risiede in Liguria (in provincia di La Spezia) ma non è ligure. E questo, unito al suo profilo molto nazionale e poco locale, è considerato un punto a suo sfavore - Fiducia sull'Italicum
  • Toti può contare sul sostegno della Lega che pure, prima dell'accordo tra Sivio Berlusconi e Matteo Salvini, aveva messo in campo un proprio candidato, Edoardo Rixi, molto conosciuto sul territorio - Regionali 2015, c'è l'intesa tra FI e Lega
  • Luca Pastorino, sindaco del Comune di Bogliasco e parlamentare eletto nelle liste del Pd, ha un consenso tra il 10 e il 14%. Già civatiano, è uscito dal partito e è sostenuto da una coalizione di sinistra comprendente fette di Sel e dissidenti del Pd - Partito democratico e dintorni
  • Tra i sostenitori di Pastorino c'è anche Sergio Cofferati, sconfitto da Paita alle primarie. L'ex sindacalista ha pubblicamente affermato che si è trattato di una competizione viziata da brogli - Cofferati lascia il pd dopo il caos primarie in Liguria
  • La frattura a sinistra rischia di togliere consensi a Raffaella Paita che infatti non perde occasione di accusare Pastorino di favorire la destra. Il candidato della sinistra ha escluso alleanze post voto con il suo ex partito - Governo Renzi, tutte le foto
  • 18-22 %. Tanto gli ultimi sondaggi attribuiscono ad Alice Salvatore, candidata del Movimento 5 Stelle che nella sua campagna spara a zero contro tutti gli altri candidati - Elezioni, 7 regioni al voto a fine maggio: gli schieramenti
  • Il distacco che nei sondaggi divide Toti da Paita non è amplissimo. Anche per questo il 2-4 % che i sondaggi attribuiscono a Musso, candidato di centro-destra con una sua lista civica, potrebbe andare a svantaggio dell'uomo di Forza Italia - Lega Nord, dall'era Bossi all'ascesa di Salvini
  • In un panorama di divisioni anche l'ala politica che sta a sinistra del Pd si distingue per litigiosità. Tra i candidati c'è anche Antonio Bruno alla guida della lista L'altra Liguria che pesca nello stesso bacino elettorale di Pastorino - Regionali: indagata Paita, candidata del Pd in Liguria