Pisapia, il sindaco arancione: "Non mi ricandido nel 2016"

L'annuncio del primo cittadino è arrivato durante una conferenza stampa. Una decisione, ha spiegato, che "non deriva da stanchezza ma da coerenza". Il suo mandato è iniziato nel giugno 2011, dopo la vittoria al ballottaggio contro Letizia Moratti. LE FOTO
  • “Non sarò candidato sindaco nel 2016”. Ad annunciarlo, riferendosi alle Comunali dell’anno prossimo, è stato Giuliano Pisapia, primo cittadino di Milano – Milano, l'annuncio di Pisapia: "Non mi ricandiderò nel 2016"
  • L’annuncio del sindaco di centrosinistra è arrivato durante una conferenza stampa convocata a sorpresa a Palazzo Marino. Nei corridoi della sede del Comune le voci della non ricandidatura giravano già da un po’ di tempo – Così Pisapia è diventato sindaco di Milano
  • La decisione, ha spiegato Pisapia, “non deriva da stanchezza ma da coerenza”, dalla concezione che “la politica deve essere un mettersi al servizio, mettersi a disposizione” – L'elezione di Pisapia nel 2011
  • “Non sono mai stato attaccato a un posto o a un ruolo e ho sempre creduto che nessuno è indispensabile”, ha detto Pisapia, che ha escluso candidature per cariche nazionali. Sul mandato di sindaco di Milano: “Un compito difficile ma appassionante” - Giunta Pisapia, tutti i video
  • Il mandato di Giuliano Pisapia come primo cittadino di Milano è iniziato l’1 giugno 2011, quando a Palazzo Marino ha preso il posto di Letizia Moratti, sindaco uscente e sua sfidante alle elezioni – I risultati del 2011
  • Il 29 e 30 maggio 2011 Pisapia ha battuto Letizia Moratti al ballottaggio delle Comunali con il 55,11 per cento dei voti. Per festeggiare, piazza Duomo si è tinta di arancione: il colore ha fatto da sfondo a tutta la campagna elettorale - La festa in piazza Duomo
  • Pisapia era stato scelto come candidato del centrosinistra con le primarie: appoggiato da Sinistra ecologia libertà e Federazione della Sinistra, aveva vinto (45%) contro Stefano Boeri (nella foto, candidato del Pd), Valerio Onida e Michele Sacerdoti – Novembre 2010: Milano, è Pisapia l'anti Moratti
  • Il passaggio di consegne a Palazzo Marino, l’1 giugno 2011, tra Letizia Moratti e Giuliano Pisapia – "Buongiorno Milano", il saluto di Pisapia il giorno dopo l'elezione
  • Il 2 giugno 2011 Pisapia ha indossato la fascia tricolore e ha debuttato in piazza Duomo: le celebrazioni per la Festa della Repubblica si sono trasformate in un bagno di folla per il neo sindaco – Giugno 2012: Pisapia accoglie il Papa a Milano
  • Tanti i temi affrontati, non senza critiche, da Pisapia. Tra i primi provvedimenti la revoca del Pgt approvato dalla giunta Moratti. Sotto di lui sono nate Area C e “città metropolitana”. Polemiche sulle esondazioni del Seveso e sulle case occupate - Milano in tilt, polemiche per il Seveso
  • Uno dei temi al centro del mandato di Pisapia è quello dei diritti civili: nel 2012 istituisce il registro delle unioni civili, nell’ottobre 2014 trascrive nel registro anagrafico comunale gli atti di matrimonio esteri di 7 coppie omosessuali – La polemica con Alfano e l'annullamento del prefetto
  • Pisapia sarà anche il sindaco che guiderà Milano durante l’Expo, un evento a cui la città arriva tra inchieste e ritardi nei lavori. “Garantisco il mio massimo impegno, ancor più di oggi, per la città ed Expo”, ha detto annunciando la non ricandidatura - Lavori, appalti, inchieste: tutte le foto su Expo 2015
  • Giuliano Pisapia, classe 1949, con la moglie Cinzia Sasso alla prima della Scala nel dicembre 2014. La coppia si è sposata con rito civile nell’aprile 2011 a Venezia - Giuliano Pisapia, tutti gli aggiornamenti sul sindaco di Milano