Elezioni regionali in Calabria, i cinque candidati. LE FOTO

Il 23 novembre i calabresi sono chiamati a scegliere il proprio presidente. A sfidarsi sono Mario Oliverio (Pd), Wanda Ferro (Fi e Fdi-An), Cono Cantelmi (M5S), Nico D'Ascola (Ncd e Udc), Domenico Gattuso (L'Altra Calabria). SPECIALE
  • Il 23 novembre i calabresi sono chiamati alle urne per le elezioni regionali: dovranno scegliere il presidente che li guiderà nei prossimi 5 anni. I candidati sono 5, sostenuti da 15 liste. Seggi aperti dalle 7 alle 23 –
  • Mario Oliverio, ex presidente della Provincia di Cosenza, è sostenuto da Pd, Democratici e progressisti, Oliverio presidente, Per cambiare la Calabria-La Sinistra, Calabria in Rete, Centro democratico, Autonomia e diritti, Cristiano democratici uniti - Oliverio su Twitter
  • Oliverio, 61 anni, cuperliano, ha vinto le primarie del centrosinistra superando con il 56% dei voti il renziano Gianluca Callipo e il sindaco di Lamezia Terme Giannetto Speranza di Sel. Per la chiusura della campagna dovrebbe arrivare il premier - Oliverio su Facebook
  • Il centrodestra risponde con Wanda Ferro, 46 anni, sostenuta da tre liste: Forza Italia, Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale, Casa della Libertà. È la presidente uscente della Provincia di Catanzaro, nel capoluogo è stata anche assessore alla Cultura – Ferro su Twitter
  • Per sostenerla sono arrivati in Calabria vari esponenti dei partiti che l’appoggiano, da Maurizio Gasparri (nella foto, da Facebook) ad Alessandra Mussolini - Ferro su Facebook
  • Si è affidato alle consultazioni online, invece, il Movimento 5 stelle. L’aspirante governatore è Cono Cantelmi, che ha vinto con 183 preferenze. Ha 41 anni, è di Catanzaro ed è laureato in Giurisprudenza (foto da Facebook) - Cantelmi su Facebook
  • Insegna Diritto dell'informatica e delle nuove tecnologie. È tra i fondatori dell'Hacklab Catanzaro, un centro per la ricerca e la diffusione della cultura open source, e tra i redattori di una proposta di legge regionale sul pluralismo informatico - Cantelmi su Twitter
  • Nico D’Ascola è il candidato di Nuovo centrodestra e Unione di centro. I due partiti hanno dato vita a una formazione politica, Alternativa popolare, che si propone come un esperimento anche sul piano nazionale – D'Ascola su Twitter
  • D’Ascola, 60 anni, docente e avvocato, nel 2013 è stato eletto al Senato con il Pdl. Dopo la scissione del partito, ha aderito a Ncd. Per sostenerlo è arrivato in Calabria anche il ministro Lupi - D'Ascola su Facebook
  • L’Altra Calabria, infine, candida Domenico Gattuso, 55 anni, professore di Trasporti all'Università Mediterranea di Reggio Calabria (foto da Facebook) - Gattuso su Facebook
  • È alla sua seconda esperienza elettorale: si era candidato alle Europee del 2013 con la Lista Tsipras (nella foto, da Twitter, ai tempi della campagna elettorale) - Gattuso su Twitter
  • Le Regionali in Calabria arrivano con un anno di anticipo rispetto alla scadenza naturale del precedente mandato. Il presidente uscente Giuseppe Scopelliti, infatti, si è dimesso lo scorso aprile. Era stato eletto nel 2010 – Scopelliti condannato a 6 anni in primo grado
  • Il passo indietro è arrivato dopo che l’esponente di Ncd è stato condannato in primo grado a sei anni di carcere per abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. La sentenza si riferisce a fatti avvenuti quando Scopelliti era sindaco di Reggio Calabria - Scopelliti: "Sentenza clamorosa"