Pd, ecco cosa fa chi non è diventato segretario. LE FOTO

Quello scelto con le primarie di domenica sarà il quinto leader del Partito democratico. Il passato dimostra che anche per chi perde la carriera politica non è finita. Enrico Letta, ad esempio, è diventato premier. E Ignazio Marino è sindaco di Roma
  • Domenica 8 dicembre ci sono le primarie per scegliere il segretario del Pd. In corsa ci sono Gianni Cuperlo, Matteo Renzi e Pippo Civati. Solo uno di loro diventerà il capo del partito ma, come dimostra il passato, anche i perdenti possono fare carriera – Lo speciale sulle primarie del Pd
  • Nell’ottobre del 2007 ci sono le primarie per scegliere il primo segretario del Pd. A vincerle, con il 75,8% dei consensi, è Walter Veltroni – Dove, come e quando si vota
  • Al secondo posto si piazza Rosy Bindi. Dopo quella sconfitta la sua carriera non s’interrompe: nel 2008 diventa vicepresidente della Camera e ora è presidente della Commissione antimafia. Dal 2009 all’aprile scorso è stata presidente del Pd – Primarie Pd, tutte le foto
  • Ai piedi del podio si piazza Enrico Letta: non è riuscito a diventare segretario del Pd, è vero, ma dal 28 aprile 2013 è il presidente del Consiglio – Cuperlo, Renzi, Civati: il confronto tv
  • Tra i candidati ci sono anche Mario Adinolfi e Pier Giorgio Gawronski. Entrambi dopo la sconfitta hanno fatto parte della direzione nazionale del Pd. Il primo si è avvicinato a Monti per le Politiche 2013, il secondo scrive di economia - Pd e dintorni, le foto
  • Nel febbraio 2009, dopo le dimissioni di Veltroni, il Pd decide di saltare le primarie e votare il nuovo segretario durante l’Assemblea nazionale. Viene scelto, con 1.047 preferenze, Dario Franceschini – Primarie Pd: Renzi, Cuperlo e Civati al rush finale
  • Lo sfidante, che raccoglie 92 voti, è Arturo Parisi. Dopo quella sconfitta non ha ricoperto incarichi importanti – Le primarie viste dal Terzo segreto di satira
  • Il terzo segretario del Pd viene scelto con le primarie nell’ottobre 2009. Vince Pier Luigi Bersani – Primarie Pd, su Twitter i commenti sul confronto tv
  • Al secondo posto, con il 34% delle preferenze, si piazza Dario Franceschini. Dal 28 aprile 2013 è ministro per i Rapporti con il Parlamento nel governo Letta – Primarie, su Twitter va in scena anche il confronto tra fake
  • Esce sconfitto anche Ignazio Marino, che ottiene il 14% dei voti. Qualche tempo più tardi, ad aprile 2013, vince altre primarie: quelle per il candidato del centrosinistra a sindaco di Roma. Alle Comunali batte Alemanno e diventa primo cittadino - Prodi ci ripensa: “Voterò alle primarie del Pd”
  • Nessuno è uscito sconfitto, invece, dall’elezione dell’attuale segretario del Pd. Guglielmo Epifani, l’11 maggio 2013, ottiene dall’Assemblea del partito 458 voti su 534: il resto sono schede nulle o bianche - Il sito delle primarie del Pd