I giovani siciliani protestano contro chi "si mangia il futuro"

Gli "indignados" mandano forchette rotte a politici, rettori, imprenditori, per rendere chiaro che si sono "rotti" di chi non si cura delle nuove generazioni. E il 25 giugno manifesteranno in piazza a Palermo