Pienone tra i banchi del governo, Brambilla al posto di Berlusconi

Esecutivo al gran completo, nell'Aula della Camera, per la votazione sul conflitto di attribuzione sul caso Ruby. Assente il presidente del Consiglio, nella poltrona di solito occupata da lui c'era il ministro del Turismo. Votano con la maggioranza due esponenti del terzo polo, GUARDA LE FOTO
  • Banchi del governo al gran completo nell'Aula della Camera per la votazione sul conflitto di attribuzioni sul caso Ruby Vai allo speciale sul Rubygate
  • In Aula erano presenti tutti i ministri deputati. Visto il "pienone" il ministro del Turismo Brambilla ha occupato il posto di solito destinato a Berlusconi Vai all'articolo sul voto di Montecitorio
  • I banchi del governo erano talmente pieni di ministri e sottosegretari che i ministri La Russa e Meloni hanno dovuto accomodarsi ai banchi dei deputati Vai allo speciale sul Rubygate
  • La Camera ha deciso, con una maggioranza di 12 voti (314 a favore e 302 contrari) di sollevare davanti alla Corte costituzionale un conflitto di attribuzione nei confronti dei magistrati di Milano Vai all'articolo sul voto di Montecitorio
  • La maggioranza non ha comunque raggiunto l'"agognata" quota di 330 Vai allo speciale sul Rubygate
  • Ha votato con la maggioranza anche la presidente dei liberaldemocratici Daniela Melchiorre. Eletta col Pdl era poi passata all'opposizione aderendo al Terzo Polo Vai all'articolo sul voto di Montecitorio
  • Anche Italo Tanoni del terzo polo (nella foto) e Aurelio Misiti (ex Idv passato all'Mpa e poi al gruppo misto) hanno voto con la maggioranza sul conflitto di attribuzione Vai allo speciale sul Rubygate