"Saluti da Valerio Onida", le cartoline per i milanesi

Abbiamo mostrato al candidato alle primarie venti cartoline turistiche di Milano. Ne ha scelte cinque e le ha inviate simbolicamente ai suoi concittadini. GUARDA LE FOTO E I MESSAGGI
  • I Navigli di Milano
  • "Sono uno dei nostri orgogli - scrive Valerio Onida - mi ricordo quando ci ho accompagnato l'allora presidente della Corte Costituzionale Cesare Ruperto che fu colpito da questo ambiente. […] Queste vie d’acqua fanno parte della nostra storia"
  • Il Teatro La Scala
  • Scrive Onida: "Non mi convince l'aggiunta architettonica di recente. […] E non amo molto la "Prima" del 7 dicembre, occasione di sfoggio modaiolo. […] La musica però è per tutti”
  • La cartolina dei giardini pubblici "Montanelli"
  • "Quando ero piccolo la passeggiata ai giardini pubblici era di rigore. [...] Ci sono cose importanti come il Planetario e il Museo di storia naturale... Panchine, laghetti, ponticelli, tutto bello e riposante. Ideali per un pomeriggio di relax!"
  • La basilica di Sant'Ambrogio
  • "Cari milanesi, questa chiesa (la riconoscete?) mi è particolarmente cara perché è espressione di un'epoca artistica che ha lasciato dei segni originali e significativi. [...] Il "cotto" lombardo esprime l'anima milanese, severa ma calda. O ci illudiamo?"
  • L'Ultima Cena di Leonardi da Vinci, a Milano di fianco a Santa Maria delle Grazie
  • "...molti turisti - scrive Onida - non si immaginano di trovare il Cenacolo all'interno di un edificio poco appariscente. Speriamo di far conoscere a quelli che vengono da fuori le tante meraviglie della nostra Milano"
  • Il professore Onida nel suo studio con le cartoline di Milano
  • Il costituzionalista, circondato dai suoi libri (è un lettore onnivoro), sceglie quali cartoline inviare ai milanesi