Referendum fallito. Tutte le dichiarazioni dei protagonisti

Calderoli: "Credo che ci sia stata una reale comprensione da parte della gente di un referendum che era veramente una truffa". Fini: "Quesiti troppo tecnici". D'Alema: "Risultato prevedibile". Di Pietro: "Non ha vinto nessuno". Tutti i commenti a caldo
  • Roberto Calderoli a SKY TG24: "Direi che e' andata secondo le migliori aspettative, il numero piu' basso in assoluto dei partecipanti a un referendum. Quindi credo che ci sia stata una reale comprensione da parte della gente di un referendum che era veramente una truffa". - Guarda il servizio
  • Il portavoce del Pdl Daniele Capezzone a SKY TG24: "Questo e' il momento di non fare propaganda ne' da una parte, ne' dall'altra, ma di capire cosa ha indebolito lo strumento del referendum, che in futuro va assolutamente salvaguardato" - Vai allo speciale elezioni
  • "Il referendum e' fallito miseramente e ancora una volta abbiamo speso migliaia e migliaia di euro per un referendum inutile. Il bipartitismo e' stato bocciato". Lo afferma il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini, commentando sul suo sito le prime notizie sulla mancanza del quorum per i tre quesiti elettorali
  • Il presidente della Camera Gianfranco Fini: "L'esito di questo referendum, mi spiace dirlo perche' ero tra i promotori, era abbastanza prevedibile. I quesiti sono troppo tecnici ed i cittadini non sempre li comprendono in pieno. Credo che rinunciare a partecipare sia sinonimo di una certa stanchezza nei confronti del dibattito politico, nei confronti del funzionamento della democrazia, e questo ci deve fare riflettere tutti" - Guarda il servizio
  • Il ministro della Difesa Ignazio La Russa a SKY TG24: il referendum non ha raggiunto il quorum perche' il sistema partitico e' stato gia' molto semplificato visto che "in Parlamento ci sono solo cinque forze politiche". Secondo il ministro quando e' stato indetto, "il referendum era molto importante" perche' in Parlamento c'erano molti partiti. Ora le cose stanno diversamente - Guarda il servizio
  • Il segretario dell'Udc Lorenzo Cesa in una nota: "Questo referendum e' il piu' grande flop nella storia della Repubblica. Abbiamo semplificato il quadro politico come era necessario, e gli italiani oggi hanno messo nel cestino ogni ipotesi di bipartitismo. Ringraziamo gli elettori e la loro intelligenza: speriamo che anche Berlusconi e Franceschini abbiano capito che e' assurdo insistere su una strada che la gente rifiuta. Per noi dell'Udc e' un'altra importante vittoria" - Tutte le foto delle elezioni
  • Il vicepresidente del Senato Vannino Chiti: "Il referendum non ha raggiunto il quorum. E' una buona notizia. E' l'obiettivo per il quale ci siamo impegnati. I cittadini non hanno approvato ne' la pessima legge elettorale (il cosiddetto porcellum) ne' un suo peggioramento, attraverso l'estremizzazione dei suoi difetti" - Vai alla pagina del referendum
  • "Con il venir meno dell'impegno del presidente del Consiglio e con il generale oscuramento delle televisioni, il risultato non era scontato, ma prevedibile". Lo ha detto Massimo D'Alema commentando l'esito del referendum sulla legge elettorale
  • La deputata dell'Idv Silvana Mura: "L'esito del referendum ha una doppia lettura. La prima e' positiva perche' il Paese si è pronunciato in maniera netta contro il tentativo di dar vita ad un bipartitismo artificiale e contro quelle forze politiche che hanno tentato di imporlo. La seconda e' invece preoccupante perche' la scarsa affluenza registrata assesta l'ennesimo colpo ad uno strumento fondamentale di democrazia diretta come quello del referendum" - Tutte le foto delle elezioni
  • Il presidente del Comitato referendario Giovanni Guzzetta: "Siamo stati sconfitti, ma oggi non c'e' nessun vincitore: ha vinto la rassegnazione degli italiani ma soprattutto un disegno che e' stato portato avanti contro l'istituto referendario" - Guarda il servizio
  • "Che le leggi elettorali non si fanno a colpi di referendum e' noto a tutti, tranne a Segni e Guzzetta. Ma e' altrettanto noto a tutti che l'attuale legge elettorale deve essere profondamente e radicalmente modificata". Lo dice Giorgio Merlo, deputato del Pd
  • Il ministro dell'Interno Roberto Maroni: "L'affluenza al 23% è un risultato storico nella sua negatività che merita una riflessione. In qualità di ministro proporrò una modifica all'articolo 75 della nostra Carta per evitare che muoia uno strumento che dovrebbe invece dare voce ai cittadini" - Guarda il servizio
  • Il leader dell'Idv Antonio Di Pietro: "La verita' è che non ha vinto nessuno. Il referendum non ha raggiunto il quorum; nessuno ha vinto, ne' il si' ne' il no", dunque ora "riteniamo che sia ancora piu' urgente mettere all'ordine del giorno una nuova legge elettorale" - Tutte le foto delle elezioni
  • La senatrice radicale Emma Bonino: "Credo sia stata la cronaca di una morte annunciata. Si e' tentato di tutto per farlo fallire, quindi non serve stupirsi"
  • Il coordinatore del Comitato referendario Mario Segni: "Noi siamo orgogliosi di cio' che abbiamo fatto: due anni fa, all'indomani dell'approvazione di una legge scellerata abbiamo raccolto 820mila firme e anche grazie a questo c'e' stata una spinta verso la nascita di Pd e Pdl: consideriamo anche questa una nuova conquista" - Guarda il servizio