Laurent Viérin è il nuovo presidente della Valle d'Aosta

Laurent Viérin in una foto d'archivio (Ansa)
2' di lettura

L'esponente dell'Union valdôtaine progressiste è stato eletto con 21 voti a favore dal Consiglio regionale dopo le dimissioni di Pierluigi Marquis di martedì scorso. Lo sostengono, oltre al suo partito, l'Union Valdôtaine, Pd e l'autonomista Epav

Laurent Viérin è il nuovo presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta. Il 42enne di Jovencan, esponente dell’Union valdôtaine progressiste, è stato eletto dall'assemblea regionale con 21 voti a favore, 12 bianche e una nulla.

La maggioranza che sostiene Viérin: il Pd rientra nell'esecutivo

Vierin succede a Pierluigi Marquis, che si era dimesso martedì scorso dopo aver ricevuto un avviso di garanzia per calunnia in merito al ritrovamento di 25.000 euro nell'ufficio di presidenza. La maggioranza che sostiene Viérin (esponente dell'Uvp) è composta da Union valdotaine, Union valdotaine progressiste, Pd e Epav.

Chi è Viérin

Viérin, classe 1975, è stato assessore regionale all'istruzione, alla sanità e all'agricoltura. Figlio dell'ex governatore Dino Viérin (in carica dal 1993 al 2002), è tra i fondatori dell'Uvp, movimento nato nel 2012 da una scissione dell'Union valdôtaine. L'elezione di Viérin giunge a conclusione di una turbolenta legislatura che ha visto succedersi tre Presidenti della Regione e la formazione di sei governi. La legislatura scadrà nella primavera del 2018. La coalizione che sostiene il suo governo apre una nuova fase politica di riavvicinamento tra le anime 'unioniste' in vista di un'annunciata riunificazione (“Rassemblement”) e riporta il Pd nell'esecutivo regionale dopo 7 mesi di opposizione.

Leggi tutto
Prossimo articolo