Legge elettorale, Rosatellum 2.0 “ammissibile”: in Aula il 10 ottobre

L’aula della Commissione Affari Costituzionali della Camera durante l'esame delle modifiche alla legge elettorale (Ansa)
3' di lettura

Il testo della riforma dovrebbe approdare a Montecitorio tra due settimane. In giornata M5s e Mdp hanno fatto slittare il voto in Commissione per questioni procedurali. La presidente della Camera Boldrini ha invece dato l’ok mettendola in calendario

Il testo base per la modifica della legge elettorale dovrebbe approdare in Aula alla Camera il prossimo 10 ottobre. La data è emersa durante la conferenza dei capigruppo di Montecitorio al termine di una giornata di tensioni in Commissione sul cosiddetto Rosatellum 2.0 (o bis). In mattinata M5s e da Mdp hanno sollevato una questione procedurale che ha provocato lo slittamento dell'adozione del Rosatellum 2.0 come testo base da parte della commissione Affari Costituzionali della Camera. La presidente dell’Aula Laura Boldrini ha però giudicato il testo ammissibile. 

Le questioni sollevate dal M5s

La questione procedurale sollevata da M5S e da Mdp riguarda ancora una volta il voto dell'Aula della Camera dell'8 giugno scorso che ha approvato un emendamento con cui si fissavano a 231 i collegi complessivi per la Camera, di cui 6 in Trentino Alto Adige. Questi numeri non possono essere rimessi in discussione, perché non può essere rivisto un voto dell’Aula: per questo il relatore Emanuele Fiano ha fissato in 231 i collegi uninominali maggioritari del Rosatellum 2.0. Il M5s, appoggiato da Mdp, ha chiesto di approfondire il vincolo del voto d'Aula dell'8 giugno anche per quanto riguarda i restanti seggi, che il Rosatellum prevede di assegnare con metodo proporzionale.

La decisione della Boldrini

Secondo la presidente della Camera Laura Boldrini il Rosatellum 2.0 non viola i vincoli posti dal voto dell'aula dell'8 giugno. Quindi è ammissibile e può essere votato in Commissione Affari costituzionali. Boldrini ha risposto ad una lettera del M5s scrivendo di "non aver ravvisato motivi per discostarmi dalle conclusioni" del presidente della Commissione Mazziotti, che già si era espresso favorevolmente. La presidente di Montecitorio ha anche aggiunto di aver “cercato - presentando la propria proposta di calendario dei lavori - di avere un approccio realistico. Sarebbe stato azzardato inserire prima l'esame della legge elettorale”.

Emendamenti entro domani

La Commissione Affari costituzionali della Camera ha deciso inoltre di non modificare il termine ultimo per presentare gli emendamenti al Rosatellum bis, che resta fissato per mercoledì 27 settembre alle ore 17.

Cosa prevede il testo

Lo scorso 21 settembre il nuovo testo base è stato depositato alle Camere, ricevendo un ok di massima da parte di Forza Italia e una secca bocciatura dal M5s. Si tratta di un sistema proporzionale con un correttivo maggioritario in collegi uninominali per un terzo dei seggi. Ecco tutti i dettagli del Rosatellum 2.0:

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24