Vaccini, oggi Cdm decide su età obbligo. Scontro Fedeli-Lorenzin

Foto d'archivio (getty images)
1' di lettura

La ministra della Salute chiede che l'obbligatorietà si applichi da zero a 10 anni, la collega dell'Istruzione si fermerebbe invece a 6. Boschi: "Sulla salute dei bambini non si scherza"

E' scontro nel governo sull'obbligo delle vaccinazioni per l'iscrizione alla scuola elementare. La ministra della Salute Beatrice Lorenzin chiede infatti che l'obbligatorietà si applichi da zero a 10 anni mentre la collega dell'Istruzione Fedeli si fermerebbe invece a 6, limitandola a nidi e materne. Oggi la decisione verrà presa in Consiglio dei ministri. 

Boschi: "Su salute dei bambini non si scherza"

"Sui vaccini: oggi in Consiglio discuteremo il testo al quale abbiamo lavorato durante la settimana, perché sulla salute dei bambini non si scherza". Ha scritto questa mattina il sottosegretario alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi su Facebook.

Il diritto alla salute e quello all'istruzione

"Le sanzioni devono essere in capo ai genitori e non penalizzare i bambini impedendo la loro iscrizione a scuola" è la posizione del ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli ma per il ministro della Salute, dato che non tutti i bambini vanno all'asilo l'obbligatorietà che si ferma alle soglie delle scuole elementari perderebbe molta della sua efficacia di copertura di massa. Tra medici e giuristi diverse voci si sono levate per sottolineare che il diritto alla salute prevale su quello all'Istruzione.

Leggi tutto