M5S, Di Maio: “A settembre eleggeremo il nostro candidato premier”

Luigi Di Maio in una foto d'archivio (Ansa)
3' di lettura

Nelle prossime ore il vice presidente della Camera tiene un discorso ad Harvard, del quale sono trapelati alcuni estratti. “Entro luglio il programma di governo, in autunno identificheremo i ministri che presenteremo agli italiani", si legge nello speech

"Nei prossimi mesi completeremo il processo condiviso di scrivere il programma di governo, che sarà pronto per la fine di luglio. In settembre, eleggeremo il candidato premier e identificheremo i ministri che saranno presentati ai cittadini italiani prima delle elezioni politiche”. Luigi Di Maio, vice presidente della Camera ed esponente del M5S, è pronto a dare l’annuncio delle prossime mosse del Movimento. Lo farà durante il suo discorso all'università di Harvard, di cui è trapelato l’abstract dello speech. “Nel 2018, l'Italia potrebbe avere il primo governo fondato sulla democrazia diretta”, si legge nel testo che leggerà nel suo intervento. (DI MAIO SULLA LEGGE ELETTORALE)

Il discorso ad Harvard

"Con il nostro esperimento di democrazia diretta stiamo percorrendo la nostra visione del futuro che abbiamo il dovere di costruire per noi e per le prossime generazioni. Questo ci ha permesso di diventare la prima forza politica del Paese con oltre il 30% del consenso", si legge ancora nel testo dell'intervento che l'esponente M5S farà all’università statunitense. "Il Movimento 5 Stelle - continua - vuole cambiare il modo di fare politica per fare emergere le migliori energie di cui l'Italia dispone, oggi bloccate dalla corruzione. Il Movimento vuole valorizzare la bellezza, la creatività, la storia, il paesaggio, le capacità e il genio italiano. Tutti asset che sono attualmente schiacciati". (LA POLEMICA SULLE ONG)

Di Maio: noi diversi da Podemos, Fn o Ukip 

"L'esperienza del Movimento 5 Stelle è totalmente un'altra cosa rispetto ai partiti come Podemos, Syriza, Front National, Afd, Ukip. Per noi questi partiti sono già vecchi poiché sono intrisi da ideologie del passato”, si legge nel testo che verrà letto nella notte italiana. “Il Movimento si ispira ai valori della democrazia, del rifiuto della guerra, dell'antirazzismo, contro ogni tipologia di malaffare e a favore della legalità”. 

"Noi non contro Ue, ma non sia di lobby e banche" 

Nell’estratto del discorso di Di Maio si legge anche che “il Movimento 5 Stelle non è una forza politica contraria all'Unione Europea, anzi, ambisce a renderla un'unione di cittadini e non, com'è ora, di lobby e protezionismo. Il Movimento chiede all'Europa che essa attui quanto previsto nel Trattato di Lisbona: che sia un'Europa dei cittadini. E non delle banche, aggiungiamo noi. Per questo motivo riteniamo imprescindibile avviare un dibattito sulla permanenza nell'Euro".

Leggi tutto