Minzolini, il Senato accoglie le dimissioni con 142 Sì

1' di lettura

Lo scorso 16 marzo l'Aula le aveva respinto la decadenza prevista dalla Legge Severino in seguito alla sentenza definitiva per peculato

L'Aula del Senato ha accolto con voto segreto le dimissioni presentate dal senatore di FI, Augusto Minzolini. I sì sono stati 142, 105 i no, e 4 gli astenuti. Sono state invece respinte, per la quinta volta, le dimissioni del senatore ex M5S Giuseppe Vacciano. In questo caso i No sono stati 120, i Sì 90 e 7 gli astenuti.

Un mese fa respinta la decadenza

Lo scorso 16 marzo, l'ex direttore del Tg1 condannato con  sentenza definitiva per peculato era stato 'salvato' dalla decadenza  prevista dalla legge Severino, anche grazie a numerosi voti di  esponenti del Pd che non aveva dato indicazione di voto. Questa volta il capogruppo del Pd Luigi Zanda aveva dato indicazioni di votare per il Sì.

Augusto Minzolini: "Mi sento sollevato"

"Come mi sento? Bene, sollevato: sembra l'ultimo giorno di scuola. La presenza dentro le istituzioni ha senso se uno può difendere le proprie posizioni, altrimenti non ha senso starci. Io sono contento di aver fatto questa esperienza" ha commentato Minzolini dopo l'ok del Senato alle sue dimissioni.

 

 

Leggi tutto