Pd, Emiliano in direzione. Renzi: "Non possono eliminarmi"

1' di lettura

E' il giorno della riunione Pd, alla quale non partecipano il segretario e i bersaniani. Emiliano presente. Confermate le divisioni interne, ma proseguono le trattative per scongiurare la scissione

Riunione della direzione del Pd alle 15, senza il consueto botta e risposta tra Matteo Renzi e la minoranza del partito. L’ormai ex segretario sembra intenzionato a non andare, sebbene 'invitato di diritto'. Il passaggio di oggi, viene spiegato da fonti del Nazareno, è puramente tecnico.
La Direzione nazionale è organo di esecuzione degli indirizzi dell'Assemblea nazionale ed è organo d'indirizzo politico, ma oggi si riunisce per nominare la commissione di garanzia che governerà la fase congressuale, così come previsto dallo Statuto del partito. 

 

Emiliano presente -Michele Emiliano avrebbe deciso di restare nel Pd. Il governatore pugliese partecipa oggi alla direzione sulle regole al Nazareno. E sfiderà Matteo Renzi al congresso. L'orientamento è quello di condurre la battaglia nel partito. "Non si possono fare favori a Renzi - avrebbe spiegato Michele  Emiliano ad alcuni parlamentari".

Renzi: "Possono sconfiggermi, non eliminarmi" - "Da qualche giorno l'apertura di tutti i media italiani è la scissione - o fuoriuscita, per dirla con le parole di Paolo Mieli - del Partito Democratico. Ne sono molto dispiaciuto, anche perché i motivi di questa divisione sono difficili da comprendere anche a noi, addetti ai lavori: figuriamoci ai cittadini normali". E' quanto scrive intanto Matteo Renzi nella sua enews: "Penso che la minoranza abbia il diritto di sconfiggermi, non di eliminarmi". "Se qualcuno vuole lasciare la nostra comunità - scrive ancora Renzi -, questa scelta ci addolora, ma la nostra parola d'ordine rimane quella: venite, non andatevene. Tuttavia è bene essere chiari: non possiamo bloccare ancora la discussione del partito e soprattutto del Paese. E' tempo di rimettersi in cammino".

Assenti i "Bersaniani" - Matteo Renzi non fa parte della direzione, ma potrebbe in teoria partecipare da 'invitato' senza diritto di voto. Ha invece scelto di non partecipare così come gli otto componenti bersaniani guidati da Roberto Speranza determinati a restare a casa: "Non parteciperemo", ha fatto sapere Nico Stumpo.


Direzione  - Oggi dunque, tutto si dovrebbe risolvere in poco tempo, con l'indicazione dei componenti della commissione che, tuttavia, potranno venire integrati dai rappresentanti delle mozioni via via che queste saranno presentate, viene spiegato ancora. I lavori, come accade in qualsiasi altra riunione della direzione, saranno aperti con la lettura dell'ordine del giorno da parte del presidente dell'assemblea.

 

Data ultima modifica 21 febbraio 2017 ore 14:15

Leggi tutto