Madia firma direttiva P.A. sull'allattamento: basta ostacoli

Roma, tour di sensibilizzazione per l'allattamento al seno (Foto: LaPresse)
1' di lettura

La decisione del ministro della Pubblica amministrazione in un provvedimento appena firmato. Il "casus belli" qualche giorno fa a Biella

Basta ostacoli all'allattamento. Dopo essere intervenuta pubblicamente sul tema, il ministro della P.A. Marianna Madia lo scrive nero su bianco in una direttiva rivolta a tutte le Pubbliche amministrazioni.

 

Il testo del provvedimento - È necessario "assumere azioni positive, comportamenti collaborativi o comunque non adottare atti che ostacolino le esigenze di allattamento", recita il testo del provvedimento. "I vertici e la dirigenza delle amministrazioni", prosegue, "si adopereranno per prevenire comportamenti o atti in contrasto con le suddette finalità, anche nell'ambito di organismi controllati".

L'allattamento, si legge sul sito del Ministero della P.A., "è un diritto fondamentale dei bambini e le madri devono essere sostenute nella realizzazione del desiderio di allattare. Tale diritto è riconosciuto dalla legislazione comunitaria e nazionale. La direttiva 2006/141/CE richiama il principio della promozione e della protezione dell’allattamento al seno e la necessità di non scoraggiare la stessa pratica".

 

Pochi giorni fa il caso a Biella - Il "casus belli" qualche giorno fa a Biella, con le polemiche seguite al racconto di una madre intenta ad allattare al seno il figlio di tre mesi allontanata da un ufficio postale. Anche se Poste italiane era intervenuta per smentire la ricostruzione della giovane donna, l'episodio ha suscitato reazioni in tutto il Paese con tanto di flash mob delle mamme davanti all'ufficio postale biellese. Già in quell'occasione il ministro Madia, con un tweet, aveva ribadito che in nessun luogo avrebbe dovuto essere vietato l'allattamento. E aveva promesso una direttiva per la P.A., ora appena firmata.

Leggi tutto