Caso Marra, Grillo a Raggi: te lo avevo detto, ora rimedia

1' di lettura

Il leader del Movimento commenta l'arresto del capo del personale del Campidoglio. La deputata Lombardi: “Fiera di stare dalla parte giusta”. Orfini (Pd) attacca: “Di Battista e Di Maio sono politicamente corresponsabili”. Salvini chiede di tornare al voto. Lungo vertice in Comune nella notte

"Su Marra te lo avevo detto ora rimedia". Questo a quanto si apprende quello che Grillo ha detto  alla sindaca Virginia Raggi nel corso di una telefonata dopo l'arresto del capo del personale del Campidoglio. Marra è finito in manette perché nel 2013, da capo del dipartimento politiche abitative del Comune di Roma, avrebbe comprato un appartamento Enasarco con assegni dal conto corrente dell'immobiliarista Sergio Scarpellini, anche lui arrestato

 

 

Il post sul blog - Il leader del Movimento è intervenuto sulla questione anche con un post sul blog: "Raffaele Marra si sarà anche messo a disposizione di Sergio Scarpellini, ma il Movimento 5 Stelle no. E a dimostrarlo non sono le parole ma i fatti. Grazie al Movimento 5 Stelle sono stati disdetti i contratti capestro che la Camera aveva sottoscritto con l'immobiliarista romano, generando un risparmio di oltre 32 milioni all'anno per la Camera dei deputati. Soldi risparmiati dai cittadini italiani e, di contro, mancati introiti per Scarpellini". 

 

 

 

Tensione nel M5S - Intanto all'interno del Movimento cresce la tensione e nella notte si è tenuto un lungo vertice che prefigura una resa dei conti: i big del M5S si sono riuniti in una riunione fiume in un hotel di Roma per fare il punto con il loro leader sulle prossime mosse. La deputata Roberta Lombardi, in passato critica nei confronti della nomina di Marra, parlando con i cronisti, si è detta “molto fiera di stare dalla parte giusta”. E per Paola Taverna chiedere scusa come ha fatto la sindaca non basta.  Dura nei confronti della Raggi anche Carla Ruocco, secondo cui le scuse della prima cittadina "non bastano. Insoddisfatto anche Roberto Fico che ai cronisti chiarisce: "E' chiaro che per me Marra non è solo un tecnico". "Qualsiasi decisione vi verrà comunicata, il M5S ne uscirà", si limita a dire Paola Taverna uscendo dall'albergo. La sindaca invece ha riunito i consiglieri per un lungo vertice in Campidoglio nella notte. 

 

Taverna: le scuse non bastano

 

 

Opposizioni all'attacco - Per il presidente del Pd Orfini, “Grillo, Di Battista e Di Maio sono politicamente corresponsabili”. Salvini chiede “elezioni subito, perché in sei mesi i 5 Stelle ne hanno combinate più di Bertoldo”. 

 

Data ultima modifica 17 dicembre 2016 ore 08:30

Leggi tutto