1' di lettura

Secondo il Movimento 5 Stelle qualunque nuovo governo sarebbe calato dall'alto e un tradimento della volontà popolare. La richiesta è andare alle urne con il sistema che uscirà dalla sentenza della Corte Costituzionale

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella il percorso istituzionale più rapido per andare al voto dicendo un no secco a nuovi esecutivi. A dirlo i capigruppo Giulia Grillo e e Luigi Gaetti al termine della consultazione al Quirinale. (foto)

 

Qualunque governo sarebbe imposto dall'alto - "Renzi, tutto il suo governo e il Pd hanno fallito. Non è una nostra asserzione, ma un'affermazione certificata dal voto del referendum" ha affermato Giulia Grillo, leggendo una dichiarazione scritta. Qualunque nuovo governo calato dall'alto non avrebbe legittimazione popolare e se in continuità con quello precedente imporrebbe le stesse ricette economiche di lacrime e sangue" ha poi aggiunto.

 

Al voto con legge elettorale che sarà certificata dalla Consulta - Per questo motivo la delegazione pentastellata ha chiesto a Mattarella "il percorso istituzionale più rapido per andare al voto con la legge elettorale che sarà certificata dalla Corte costituzionale", chiedendo che il governo dimissionario resti in carica e si limiti ad esser mero strumento regolamentare del Parlamento. Qualsiasi altra soluzione sarà un tradimento della volontà popolare, va rispettata la volontà dei cittadini e non violata". 

Il tweet di Grillo con le richieste del Movimento 5 Stelle

Leggi tutto