Italicum, la Consulta deciderà il 24 gennaio

1' di lettura

Fissata la data della discussione sulle eccezioni di costituzionalità sollevate sulla legge elettorale. Salvini a Sky TG24: "Follia che si perda un altro mese e mezzo". Grillo: "Elezioni subito"

La Corte Costituzionale si riunirà il prossimo 24 gennaio per discutere le eccezioni di costituzionalità al cosiddetto Italicum, la nuova legge elettorale.

Si tratta di un passaggio importante verso la definizione della legge elettorale che potrebbe portarci alle urne  (SPECIALE REFERENDUM  - VIDEO  - MAPPA VOTO). Le forze politiche concordano infatti sul fatto che la discussione sulla legge elettorale possa avvenire solo dopo il pronunciamento della Consulta.

 

Italicum, udienza consulta il 24 gennaio - A settembre la Consulta aveva rinviato la discussione, che si sarebbe dovuta tenere il 4 ottobre, per non influenzare la campagna sul referendum costituzionale. Le eccezioni di costituzionalità sulla legge, che riguarda soltanto la Camera ed è entrata in vigore lo scorso primo luglio, sono state sollevate dai tribunali di Messina e Torino.

 

Salvini contro tempi troppo lunghi - Immediato l’intervento del segretario federale della Lega, Matteo Salvini: "Che la Consulta si prenda un altro mese e mezzo è una cosa incredibile, fuori dal mondo, una follia", dice a Sky TG24 ribadendo l'urgenza che l'Italia abbia una nuova legge elettorale e la necessità “di andare al voto il prima possibile, qualunque essa sia”.

 


 

Grillo, su voto vogliamo risposta da direzione Pd – “Prima si vota meglio è”, ribadisce anche Beppe Grillo dal suo blog. E aggiunge: “Noi la pensiamo così, il PD che ne pensa? La voce del suo segretario conta ancora qualcosa? Basta chiacchiere e battute. Siate chiari davanti agli italiani. Aspettiamo una risposta dopo la vostra direzione di domani".

Leggi tutto