Referendum, alle 19 affluenza al 57,24%. Renzi parlerà alle 24. LIVE

1' di lettura

Quasi 47 milioni gli italiani chiamati alle urne. Hanno votato nei giorni scorsi i connazionali all'estero. La consultazione non richiede il raggiungimento del quorum per essere valida.  Polemiche sulle matite cancellabili.   LIVEBLOG - SPECIALE - VIDEO

Boom dell'affluenza al referendum costituzionale (SPECIALE - VIDEO). Alle ore 19, in base ai dati forniti dal Viminale, ha votato il 57,2%. I seggi resteranno aperti fino alle 23, poi avrà inizio lo spoglio.

A quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi parlerà intorno alla mezzanotte nella Sala dei Galeoni di Palazzo Chigi.



L'affluenza nelle regioni
- Le Regioni in cui si è votato di più sono Veneto ed Emilia Romagna (65,91%), mentre quella in cui c'è stata minore affluenza è la Calabria (44,34%). Nella maggior parte delle Regioni del Nord e del Centro, ha votato oltre il 60% degli aventi diritto. Alle 12 si era espresso il 20,14% della popolazione (tutti i dati).

I dati definitivi dell'affluenza e dello scrutinio saranno disponibili, dopo le 23, sul liveblog di SkyTG24.




Il quesito - Il quesito riguarda "disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione". Legato alla consultazione anche il futuro del governo Renzi, che ha puntato tutto sulle riforme costituzionali.

Non serve il quorum - Trattandosi di un referendum di riforma costituzionale, non è necessario il raggiungimento del quorum della metà più uno dei votanti affinché il risultato sia valido. Sono quasi 47 milioni gli italiani aventi diritto al voto, mentre hanno già votato gli italiani all’estero (circa 4 milioni gli aventi diritto). 


Il caso "matite cancellabili" - E' polemica intanto su presunti casi di "matite cancellabili" che sarebbero state usate in alcuni seggi per il voto al referendum. Le prime denunce sono arrivate sui social network, dove ha raccontato la sua esperienza anche il cantante Piero Pelù. Diverse, poi, le segnalazioni da varie parti d'Italia. Sull'argomento sono intervenuti politici e associazioni Il Viminale però fa sapere in una nota che ai seggi "sono state distribuite circa 80.000 matite copiative indelebili".

 

 

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI NEL LIVEBLOG

 

Data ultima modifica 04 dicembre 2016 ore 19:45

Leggi tutto