Referendum, Renzi: “Ho perso, mi dimetto"

1' di lettura

Il presidente del Consiglio annuncia da Palazzo Chigi (LA CONFERENZA INTEGRALE) che nel pomeriggio salirà al Colle per dare le sue dimissioni. "Il No ha vinto in modo netto", ha detto. LIVEBLOG - VIDEO - LO SPECIALE

“Domani pomeriggio riunirò il Consiglio dei Ministri e salirò al Quirinale per dare le mie dimissioni”. Matteo Renzi ha annunciato in conferenza stampa le sue dimissioni da presidente del Consiglio dopo la vittoria del No al referendum. (LO SPECIALE)

 

“Mi assumo le responsabilità della sconfitta", ha detto Renzi. "Io ho perso, nella politica italiana non perde mai nessuno. Io sono diverso, lo dico a voce alta, non sono riuscito a portarvi alla vittoria anche se ho fatto tutto il possibile. Quindi a saltare è la mia poltrona. L'esperienza del governo è finita e nel pomeriggio salgo al Colle per dimettermi". (LIVEBLOG)

 

La conferenza stampa integrale in cui Renzi ha annunciato le sue dimissioni:

 

 

“Il No ha vinto in modo netto” - Il premier ha fatto le sue congratulazioni al fronte del No. “Hanno vinto in modo straordinariamente netto. Complimenti. Tocca a chi ha vinto avanzare proposte credibili”. "Con amicizia istituzionale e con un grande sorriso e abbraccio accoglierò qui il mio successore chiunque egli sarà", ha detto il premier. "Gli consegnerò la campanella e il lungo dossier delle cose fatte". 

 

"Milioni di voti ma non basta" - Parole di commiato anche per i suoi elettori: “Agli amici del Si un abbraccio affettuoso, ci abbiamo provato, abbiamo dato un chance di cambiamento e non ce l’abbiamo fatta. Abbiamo preso milioni di voti ma non basta. C’è rabbia ma il fronte del Si deve essere orgoglioso”. Il presidente del Consiglio ha aggiunto: “Affluenza superiore alle attese. Tanti cittadini si sono avvicinati alla Carta Costituzionale, questo è molto significativo. Viva l’Italia che partecipa”. (TUTTI I VIDEO)

 

Renzi: "Governo finisce qui" (il video):

 

Renzi con voce rotta dalla commozione, ha concluso con un ringraziamento a moglie e figli. "Grazie ad Agnese per la fatica di questi mille giorni e per come ha rappresentato splendidamente il Paese. Grazie ai miei figli”.

 

Pochi minuti prima di parlare Renzi aveva scritto un tweet in cui ringraziava gli elettori:

 

Leggi tutto