Referendum, si chiude il voto estero. Salvini: "Voti comprati"

1' di lettura

Ultime ore di campagna elettorale. Il premier Renzi: "Risultato aperto". E a Sky TG24 dice: "I danni del No si vedrebbero già da lunedì mattina"

Ultimo giorno di campagna elettorale prima del voto sul referendum costituzionale di domenica prossima (VIDEO - LO SPECIALE SUL REFERENDUM), con i principali leader impegnati nella grandi città per convincere i numerosi indecisi.

 

Salvini: "In voto estero voti inventati e comprati" - Intanto, si è chiuso il voto degli italiani all'estero, che continua a scatenare polemiche. "Nonostante i voti inventati o comprati in giro per il mondo da Renzi, il voto degli italiani farà vincere il No" attacca il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando con i cronisti davanti a palazzo Chigi. "Io penso che nei consolati e nelle ambasciate ne siano successe di cotte e di crude. Ma conto sul fatto che il voto degli italiani, quello dei romani, dei milanesi, dei torinesi o dei napoletani, sarà un voto per il no che supererà anche gli eventuali Sì inventati e comprati da Renzi in giro per il mondo. Non sono preoccupato". 

 

"Roma ha bisogno di riforme, ma la stabilità è la prima cosa". Con questa frase, il Financial Times chiede a Renzi di "restare qualunque sia il risultato del referendum"




Berlusconi: "Vittoria del Sì effetti devastanti per democrazia" - Appello al voto anche da parte di Silvio Berlusconi che, in un videomessaggio su Facebook, invita i suoi elettori ad "andare a votare per evitare che Renzi diventi il vostro padrone e il padrone dell'Italia". Secondo l'ex premier in caso di vittoria del Sì, ci sarebbero "effetti devastanti per la nostra democrazia". 
 

Renzi: "Risultato aperto" - Da parte sua il presidente del Consiglio Renzi sembra convinto che "il risultato del referendum è totalmente aperto, si gioca sul filo dei voti". Renzi commenta anche le voci secondo cui in caso di vittoria del sì si potrebbe tornare alle urne. "Tutti 'sti retroscena fantapolitici non li prendo neanche in considerazione...La risposta è negativa, quando si va alle elezioni lo decide il presidente della Repubblica ed il Parlamento".

 

 

 

 

 

Renzi a Sky TG24: "I danni del No si vedrebbero già da lunedì mattina" - Ieri il premier, in un'intervista al direttore di Sky TG24 Sarah Varetto, parlando delle conseguenze del voto ha detto: “Questa opportunità che arriva, non la buttiamo via per i nostri figli. Perché i danni di un no non si vedrebbero soltanto lunedì mattina, e si vedrebbero lunedì mattina, ma si vedrebbero soprattutto nella prossima generazione”.

 

Leggi tutto